Comitato Territoriale

Cirie Settimo Chivasso

WINGS

In linea con le conclusioni del Consiglio europeo del 18 novembre 2010 sul ruolo dello sport come fonte e motore dell'inclusione sociale attiva, il progetto WINGS ha come obiettivo principale

" Incoraggiare e promuovere la partecipazione allo sport di persone che provengono da contesti svantaggiati, garantendo allo stesso tempo la loro inclusione nella società attraverso lo sport introducendoli a nuovi social network e dotandoli di nuove competenze"

Gli obiettivi specifici del progetto sono:

  1. Incoraggiare e promuovere la partecipazione allo sport dei seguenti gruppi target:
    - donne e ragazze vittime di violenza
  2. donne e ragazze che sono ad alto rischio di essere vittime di violenza
  3. Progettare e attuare uno studio che consentirà di raccogliere dati e rafforzare una rete di cooperazione tra i partner che partecipano al progetto, in modo che i membri e le associazioni di ciascuna regione possano trarre vantaggio dalle sinergie e dagli scambi prodotti. Questo studio dovrebbe:
    1. Descrivere in dettaglio la situazione attuale dello sport tra i gruppi target.
    1. Aiutare a comprendere le problematiche associate alla promozione dello sport che sono percepite come ostacoli o incentivi per la pratica dello sport tra i gruppi target.
    1. Proporre azioni specifiche per migliorare le carenze individuate
  4. Promuovere le buone pratiche sportive tra i gruppi target
    1. Preparare materiale video di buone pratiche in ciascun paese partner
    1. Preparare un manuale con la descrizione delle buone pratiche in ciascun paese partner
  5. Diffondere tutto il materiale, i documenti e gli studi prodotti durante il progetto alle parti interessate e ai responsabili politici che lavorano con i gruppi target.

Richiede analisi dei gruppi target

La violenza contro donne e ragazze è un'epidemia globale, con oltre una donna su tre in tutto il mondo soggetta a violenza ad un certo punto della loro vita secondo le statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) (OMS 2013).

Le uniche statistiche regionali sulla violenza di genere provengono dall'indagine a livello UE sulla violenza contro le donne condotta dall'Agenzia dell'Unione europea per i diritti fondamentali (FRA 2014).

Alcuni risultati chiave dell'indagine della FRA in 28 paesi dell'UE

»La metà di tutte le donne intervistate ha subito molestie sessuali;

»Il 43% delle donne ha subito violenza psicologica da un partner.

»Una donna su tre ha subito violenza sessuale o fisica da un adulto prima di compiere 15 anni.

»Il 22% delle donne ha subito violenza fisica o sessuale da parte di un partner.

»Il 18% delle donne ha subito una qualche forma di stalking, il più delle volte da un partner precedente.

»Una donna su 20 è stata violentata dall'età di 15 anni.

»Solo una su tre (33%) delle vittime di violenza fisica e / o sessuale dei partner e una su quattro

(26%) le vittime di violenza fisica e / o sessuale non partner hanno chiesto aiuto contattando la polizia, un medico,

un rifugio per donne o assistenza alle vittime.

»La metà di tutte le donne evita determinate situazioni per paura di essere aggredita fisicamente o sessualmente.

Il primo passo del progetto sarà quello di raccogliere e confrontare l'analisi dei bisogni dei gruppi target nei paesi partner e identificare le buone pratiche dello sport come strumento per combattere la violenza contro donne e ragazze.

Lo sport e in particolare il judo e gli sport marziali sono un potente strumento che può aiutare a sviluppare abilità sociali nelle ragazze e nelle donne che possono dare loro la forza di cambiare la loro vita.

Oltre allo sviluppo dell'abilità fisica e dell'abilità atletica, gli studenti di judo imparano molto di più. Imparano come controllare i propri sentimenti, emozioni e impulsi. Imparano i valori di perseveranza, rispetto, lealtà e disciplina. Gli studenti di judo sviluppano un'eccellente etica del lavoro, così come importanti maniere sociali ed etichetta. Imparano a superare le loro paure e a mostrare coraggio sotto pressione. Attraverso la competizione e i rigori della pratica quotidiana, imparano a conoscere giustizia ed equità. Attraverso la loro esperienza, imparano educazione, modestia e molti altri meravigliosi valori che contribuiscono al loro sviluppo come cittadini di successo della società. In quanto tale, il judo facilita lo sviluppo di importanti conoscenze e valori morali, quelli che sono importanti per aiutare le persone e in particolare i gruppi vulnerabili a diventare membri attivi delle loro comunità.

Attraverso questo progetto vogliamo andare oltre nell'usare lo sport come strumento a favore delle donne e delle ragazze vittime o ad alto rischio di violenza; il vantaggio è che gli sport e le attività fisiche sono presenti in tutte le culture, paesi e classi sociali. Per raggiungere questo obiettivo, sono necessarie interazione e cooperazione tra le associazioni sportive private e le organizzazioni senza scopo di lucro che promuovono la pratica dello sport di base e dello sport per tutti in Italia (UISP), Portogallo (GCP) e organizzazioni rivolte a gruppi vulnerabili come il bulgaro compagno. Le nostre organizzazioni partner lavorano per il benessere fisico e psicologico di bambini e donne e svolgono un ruolo decisivo nell'organizzazione di attività extracurriculari.

Il progetto WINGS offrirà l'opportunità alle organizzazioni partner di sviluppare ulteriormente la capacità di progettare e attuare iniziative per l'inclusione sociale e combattere la violenza contro le donne, aumentare l'immagine delle organizzazioni partner come organizzazioni che possono lavorare a livello europeo e promuovere lo sport come un diritto dei cittadini no origine della materia, razza e sfondo.

 

Archivio fotografico

Rassegna stampa

Promozione alla salute

Progetto RIMA

Pagine UISP

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER