Struttura di Attività Nazionale

Acquaviva

...

Il centro di formazione Canoa Fluviale Martesana ha organizzato il 10 ottobre presso la sua sede, un incontro con i fisioterapisti Fabio Malusardi e Roberta Stefanelli del centro medico Medeor su prevenzione e recupero post infortunio.

...

Canottaggio Speciale: Prime medaglie per la Canottieri Velocior 1883.

...

Meeting sport d'Acquaviva - 17-19 novembre PROGRAMMA DEFINITIVO

...

La S.D.A. Acquaviva ed il comitato provinciale di Grosseto, in collaborazione con il centro formazione Terramare, organizza un corso per la qualifica di Tecnico base SURF/SUP.

Pagaia per tutti

30 giugno 2017

Vivifiume - Milano-Venezia

9 giugno 2017

Crazy cartoon race

13 maggio 2017

Albania 2017

10 maggio 2017

Aggiornamento accompagnatore Rafting

4 aprile 2017

Utilizzo schede tecniche

31 marzo 2017

 

Sul calendario trovate i corsi e gli aggiornamenti tenuti dai centri formazione. I raduni Nazionali UISP - Sport d'Acquaviva. I raduni o eventi delle associazioni iscritte alla UISP - Sport d'Acquaviva.

 

DOMANDE E RISPOSTE

Risposte alla domande più frequenti

Regole per accedere ai corsi per i tecnici

Regole per essere un centro formazione UISP

Perché pagaiare in Acquaviva-UISP è diverso?

Perché l'Acquaviva-UISP pone al centro delle proprie attività il tema dell'identità e dell’appartenenza alla UISP: tema che si declina nei cento modi e cento tempi diversi che caratterizzano i club, le associazioni e i singoli soci sul territorio ma che, sempre e ovunque, si concretizza nell’inclusione (disabilità, immigrazione, disagio sociale, ecc.), nella partecipazione attiva e nell’attenzione all’ambiente.
Perché non è riconducibile al primato dell’etica del risultato, propria dello sport di prestazione assoluta, ma è, invece, riconducibile alla tutela della salute, all'attenzione alla qualità della vita di ciascuno, al primato dell'educazione e della socialità.
Perché non è il fine ma il mezzo per la ricerca della felicità propria e di tutti a cominciare dai più deboli:

  • disabili fisici e sociali
  • immigrati
  • poveri.

Perché è partecipazione alla tutela dei “luoghi in azione” siano essi le sorgenti dei torrenti d’alto corso o i parchi acquatici cittadini o, ancora, i canali e i tratti fluviali urbani da troppo lasciati all’incuria e al degrado.