Comitato Territoriale

Cirie Settimo Chivasso

Bilancio sociale 2016 - 2020

Il bilancio sociale: una scelta di presenza, in un anno difficile.

Il Comitato Territoriale di Ciriè Settimo Chivasso ha pubblicato in passato già due bilanci sociali ed era intenzionato a far uscire la terza edizione a marzo 2020, proprio nel mese in cui tutta Italia è stata costretta ad un lungo periodo di lockdown. Ferrucio Valzano, presidente del Comitato, racconta al team di lavoro sul bilancio sociale, come è stata fronteggiata l’emergenza e perché si è scelto di pubblicare comunque il documento.

Racconta Valzano: Durante l’emergenza tutto lo staff e tutti i dirigenti si sono ancora più uniti, nonostante le distanze, per prendere le giuste decisioni su come fronteggiare il periodo di crisi. Il Comitato ha continuato a lavora a distanza, mantenendo i contatti con i soci e con le società affiliate. Venivano inviate comunicazioni continue sui nuovi protocolli e venivano pubblicati online video di ginnastica da poter svolgere a casa, grazie alla collaborazione fra istruttori e operatori del servizio civile. È stato un lavoro duro, che ci ha visti impegnati in lunghe riunioni online.

La voglia di riprendere le attività e di poter continuare a svolgere il ruolo sociale che lo contraddistingue ha spinto il Comitato ad organizzare, appena possibile, un centro estivo, sfidando le paure e le incertezze. Il Presidente spiega che il problema principale di aprire un centro estivo è la “responsabilità”: Purtroppo molti centri estivi non sono stati aperti poiché nessuno voleva correre il rischio. Noi come ente sportivo, come UISP, abbiamo aperto subito un dialogo con il comune di Fiano, portando tutte le nostre informazioni, studiando insieme i protocolli e organizzando, grazie ad un gruppo di lavori, delle attività ludiche da poter svolgere in sicurezza. Questa è stata una grande esperienza per tutti noi. Abbiamo creato un modello di centro estivo, che speriamo di esportare anche in altri comuni. I punti fondamentali del centro estivo sono stati: i giochi ludico motori e le attività sportive all’aperto, la sicurezza, la pulizia e il rispetto dei protocolli di sicurezza, la presenza di istruttori qualificati. Tutto questo ha fatto si che la paura non prendesse il sopravvento e che si potessero svolgere le settimane di centro estivo in sicurezza e in serenità, sia per i bambini che per le loro famiglie. Il centro estivo si è svolto presso la scuola primaria di Fiano e successivamente presso la Cascina Oslera.

E il bilancio sociale? Perché pubblicarlo proprio adesso? Nonostante le difficoltò abbiamo deciso di no accantonarlo. Sappiamo che non sarà un anno facile, che molte società sono in difficoltà, e lo siamo anche noi – continua Valzano – l’attività sportiva farà fatica a ripartire, ma noi saremo accanto alle nostre affiliate. Il bilancio sociale diventa così uno strumento per far sentire la presenza dell’ente, per esser presenti, per presentare le nostre attività, ma anche per dimostrare che il Comitato è sempre pronto ad accettare nuove sfide e a mettersi in gioco.

 

Archivio fotografico

Rassegna stampa

Promozione alla salute

Progetto RIMA

Pagine UISP

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER