Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Cattolica ospita i campionati di ginnastica artistica

Dal 31 maggio al 3 giugno terzo appuntamento nazionale per Le ginnastiche Uisp. Un riconoscimento alla crescita del movimento sul territorio emiliano-romagnolo

di Redazione Uisp Emilia-Romagna


RIMINI - Prosegue il percorso a tappe delle ginnastiche Uisp in Emilia-Romagna. Dopo i campionati di acrobatica il 18 e 19 maggio e i nazionali di ginnastica artistica maschile il 20 maggio che si sono svolti a Forlì si continua dal 31 maggio al 3 giugno a Cattolica con i campionati nazionali di ginnastica artistica femminile presso il palazzo dello sport in via Salvo D'Acquisto. Un appuntamento, quello con l'artistica, diviso in due parti. Sempre a Cattolica infatti, dal 7 al 10 giugno, si svolgeranno le fasi conclusive della categoria "alte". In totale nei due appuntamenti si prevede una partecipazione di 1700 ginnaste dagli 8 ai 20 anni da tutta Italia, di cui 1200 solo in questo primo weekend. Tremilacinquecento invece la stima dei partecipanti totali alle due manifestazioni, comprendendo anche accompagnatori e famiglie.

"I nazionali si dividono in un campionato individuale e uno a squadre - chiarisce Vera Tavoni, presidente del coordinamento Le Ginnastiche Uisp Emilia-Romagna - suddivisi in categorie rispetto al livello tecnico e all'età delle ginnaste. Si gareggia sui quattro attrezzi tradizionali dell'artistica: volteggio, parallele, trave e corpo libero. Per la categoria 'mini-prima', ovvero quella delle partecipanti più piccole, è previsto anche il trampolino". Dopo l'appuntamento di Cattolica i campionati nazionali della Lega Le ginnastiche Uisp in Emilia-Romagna continueranno dall'uno al dieci giugno a Formigine con la ginnastica ritmica e dall'otto al dieci giugno con l'acrogym a Reggio Emilia. Una concentrazione di eventi che è anche un riconoscimento all'ottimo lavoro fatto nel campo delle ginnastiche sul territorio regionale. "Il numero dei nostri tesserati è in grande aumento, anno dopo anno, soprattutto nella fascia giovani. Anche nel settore maschile - sottolinea la Tavoni - in cui stiamo facendo un lavoro di strutturazione molto importante. Recentemente abbiamo avuto un campionato regionale maschile con 90 ginnasti, un risultato davvero notevole se si pensa che nel campionato nazionale c'erano 153 atleti. Stanno crescendo anche la ritmica e l'acrobatica, disciplina nuova che arriva dall'artistica ed è estremamente importante perché consente alle più grandi di continuare a praticare attività anche alla fine del percorso agonistico".

Risultati che sono il frutto di un grande lavoro di squadra. "Infatti abbiamo costruito un team di persone competenti sia dal punto di vista tecnico che politico - evidenzia la presidente del coordinamento regionale Le Ginnastiche Uisp -. E stiamo riuscendo a motivare e coinvolgere le società sportive, che sempre più diventano protagoniste delle scelte. Ora che questo sistema è stato messo in piedi l'obiettivo è quello di rendere partecipi sempre più le nuove generazioni. Un percorso che già sta dando frutti, visto negli ultimi due anni ai corsi per operatori sportivi di primo livello abbiamo avuto le adesioni di cento giovani".

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario degli appuntamenti di formazione per istruttori Uisp

Differenze in Gioco: contro la violenza di genere

#EppurMiMuovo: lo sport a casa con LepidaTV

Lo sportpertutti a casa tua: la Uisp Emilia-Romagna e le sue proposte di attività motoria durante il lockdown

FuoriArea.Net

PartecipAzione: AssociAzioni in-formazione

Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Il sito del Forum del Terzo Settore Emilia-Romagna