Comitato Regionale

Emilia-Romagna

La pioggia lava il Cento Croci Trail

Ma nonostante il maltempo 280 atleti e la conferma di tutte le misure a tutela della natura, valse alla manifestazione il premio di Primo è l'Ambiente.

 

di Gianmario Burlando

TARSOGNO (PR) – "Il vento e l'acqua non ci fanno ammalare". Questo ha scritto una ragazza, tra i 280 partecipanti al "Cento Croci Trail", organizzato il 16 maggio scorso dall'Asd Spirito Tarsogno Trail nell'omonimo paese della provincia di Parma, ai volontari che hanno curato la gestione della gara in una giornata caratterizzata da freddo e pioggia. "Circa 5° C con vento – racconta Rossana Guasti, vicepresidente della Spirito Tarsogno – che in montagna si son fatti sentire ancora di più". 

La corsa di trail, un'altra manifestazione che si aggiunge a quelle che stanno segnando la ripartenza dello sport in questa primavera, si è caratterizzata per la grande attenzione alla tutela dell'ambiente, che le è valsa anche il premio di Primo è l'Ambiente, il concorso indetto da Uisp e Regione Emilia-Romagna con Punto 3 srl per dare sostegno economico allo sport sostenibile. Numerose le accortezze che sono state adottate per ridurre l'impatto ambientale dell'evento, racconta Guasti. "Abbiamo stretto una collaborazione con la scuola di Tarsogno, che ha elementari e medie e circa 20 bambini, che ci hanno aiutato nel fare i pacchi gara e i premi riciclando dei tappi di sughero dipinti da cui sono stati ricavati dei portachiavi. Abbiamo ricavato da vecchi bancali riciclati i podi per i vincitori e i cassonetti per la differenziata, anche questi decorati dai bambini. Seppure i disegni li ha lavati in poco via la pioggia". A ciò si sono aggiunte altre misure come l'eliminazione della carta a favore del digitale per ogni comunicazione agli atleti, un bus per portare i partecipanti all'arrivo (con capienza ridotta al 50% per la normativa anti-Covid), il take away con materiale biodegradabile e prodotti a km zero confezionati da un negozio del paese (che ha sostituito il tradizionale pasta party, vietato in chiave di contenimento della pandemia) e le partenze scaglionate per evitare ogni tipo di assembramento.

"Conciliare la nostra attenzione tradizionale per l'ambiente – spiega Guasti – con le prescrizioni contro il COVID-19 è complicato. Tutto sommato ci siamo riusciti, seppur dovendo rinunciare ai consueti numeri, poiché l'accesso era permesso ai soli atleti competitivi e non abbiamo visto svolgersi la solita camminata non competitiva con anche tutti i bambini. Ciò nonostante è andata bene, grazie anche al supporto di tutti i nostri 100 volontari, che ci danno una mano gratuitamente permettendoci poi di devolvere alla Croce Rosse o alla Pubblica Assistenza del paese il ricavato dell'evento".

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario degli appuntamenti di formazione per istruttori Uisp

Differenze in Gioco: contro la violenza di genere

#EppurMiMuovo: lo sport a casa con LepidaTV

Lo sportpertutti a casa tua: la Uisp Emilia-Romagna e le sue proposte di attività motoria durante il lockdown

FuoriArea.Net

PartecipAzione: AssociAzioni in-formazione

Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Il sito del Forum del Terzo Settore Emilia-Romagna