Comitato Regionale

Emilia-Romagna

ContaminAzioni Fluide: gli Indysciplinati ai Mondiali Antirazzisti

Discipline di strada e giovanili per favorire l'incontro e la nascita di nuovi linguaggi corporei

Foto di Shoot 4 Changedi Francesca D'Ercole - Ufficio stampa Mondiali Antirazzisti


Nella cornice di Bosco Albergati, alla manifestazione nazionale Uisp dei Mondiali Antirazzisti, è stato sperimentato il laboratorio di attività degli Indysciplinati, neonato settore Uisp dedicato alle attività giovanili e en plein air, e del nuovo gruppo dei ragazzi della formazione "Lampi e Impronte", un corso iniziato a ottobre 2010 e terminato a marzo 2011 per i nuovi operatori delle discipline di strada. Impegnati direttamente nell'organizzazione, gestione e coordinamento dei laboratori, gli Indysciplinati hanno coinvolto nel loro format di attività i bambini dei centri estivi di Castelfranco Emilia, Modena, Forlì e Bologna ed i giovani e adulti partecipanti alla festa, riempiendo ampi spazi del programma della manifestazione dal mercoledì al sabato. Un format che si propone di portare fuori dagli schemi classici differenti discipline sportive ed artistiche, facendole convivere e mescolare in luoghi diversi, e capace di avere un esplicito taglio trasversale, ovvero di contaminazione tra diverse pratiche sportive e arti o tra arti e nuove attività motorie volte al benessere fisico.

Uno di questi luoghi prende il nome di "Artificio": un luogo interdisciplinare di incontro, contaminazione ed esplosione dell'arte e dello sport, promuovendo occasioni di ricerca e di sperimentazione attraverso l'esperienza dell'incontro tra realtà e discipline artistico-sportive diverse. Si intende favorire tra i giovani ed i giovanissimi la partecipazione, il protagonismo, la socializzazione e la multiculturalità nella riappropriazione di uno spazio personale ed intimo attraverso azioni di carattere artistico, sportivo e ricreativo quali teatro di strada, parkour giocolerie e capoeira. Fluide contaminazioni, dunque, con azioni diverse ed integrate volte ad individuare buone prassi che possano guidare i giovani verso stili di vita salutari e propositivi. Un'attenta riflessione sulle tendenze in atto dal punto di vista sportivo, culturale ed artistico e sulla mancanza di legami tra le trasformazioni che la città vive.

Il desiderio di contaminare le discipline, agevolare la conoscenza tra un settore e l'altro e dare la possibilità così di intercettare forme diverse di attività motoria a cui appassionarsi attraverso un percorso fluido e privo di quelle barriere che possono esistere tra una disciplina, un'arte, uno sport è anche alla base del laboratorio InterAzione. Mescolanza appunto tra varie discipline, in cui le stesse interagiscono e si contaminano tra di loro nella ricerca di nuovi terreni espressivi. Si pone così l'accento su una sperimentazione in campo culturale e sportivo, di nuovi linguaggi per favorire sempre nuove opportunità di incontro.

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp