Comitato Regionale

Emilia-Romagna

I Mondiali Antirazzisti al Mei Supersound

Il Meeting degli Indipendenti organizza a Faenza, in provincia di Ravenna, dal 28 al 30 settembre, il sedicesimo festival musicale per artisti indipendenti ed emergenti. Nell'occasione sarà consegnato un riconoscimento alla Uisp per i 15 anni dei Mondiali Antirazzisti

Un concerto ai Mondiali Antirazzisti - Foto di Antonio Marcello - Shoot4Changedi Stefano Miglio


FAENZA - Dal 28 al 30 settembre è in programma alla fiera di Faenza, in provincia di Ravenna, il Supersound, festival musicale per artisti indipendenti ed emergenti organizzato dal Meeting degli Indipendenti (Mei). Le tre giornate saranno dedicate naturalmente alla musica, ma non solo. Ci saranno seminari sul mondo del web e della formazione e verranno consegnati premi ai giovani talenti in ascesa. Quest'anno gli organizzatori hanno deciso di consegnare un riconoscimento all'Unione Italiana Sport Per tutti, per celebrare i 15 anni di attività dei Mondiali Antirazzisti, festa contro tutte le discriminazioni che da sempre unisce sport, musica e intercultura.

Il premio verrà consegnato domenica 30 settembre al Comune di Faenza. Al pomeriggio, nel centro storico della cittadina, verrà organizzato un torneo di calcetto antirazzista, con una decina di squadre composte da migranti, musicisti, giornalisti e comici, in cui si giocherà con le regole dei Mondiali Antirazzisti Uisp: team misti per età, sesso e provenienza; niente arbitri; niente tacchetti; no al gioco pericoloso e fasi finali ai rigori. Al termine del torneo ci sarà un seminario sui temi della musica e della multiculturalità. "È un riconoscimento molto importante - afferma Carlo Balestri, responsabile dell'organizzazione dei Mondiali Antirazzisti - dato che il nostro festival si basa su attività motorie e sportive, cultura e musica. È un premio che ci inorgoglisce perché tiene conto di una festa così complessa come quella dei Mondiali. In questo modo vengono apprezzati i nostri sforzi, anche a livello musicale".

Giordano Sangiorgi, coordinatore del Mei, dichiara: "Abbiamo deciso di assegnare questo riconoscimento ai Mondiali Antirazzisti innanzitutto perché abbiamo lo stesso percorso anagrafico, essendo nati entrambi nel 1997. Ma soprattutto perché credo che nei nostri due ambiti, lo sport e la musica, abbiamo le stesse finalità, ovvero viverli in modo alternativo e indipendente. I Mondiali Antirazzisti rappresentano un'eccellenza per quanto riguarda i diritti civili e sociali, e siamo fieri che entrambe le manifestazioni si svolgano in Emilia-Romagna".

Il Mei è nato nel 1997 nei capannoni della Fiera di Faenza con un budget di 2 milioni e mezzo delle vecchie lire. Vi parteciparono 30 stand, 12 band e oltre 3 mila persone dichiarandone subito il successo. Un successo crescente che ha portato la manifestazione nel 2010 a 30mila presenze, 400 band dal vivo, 350 stand espositivi, 350 videoclip, 150 giornalisti accreditati, 100 convegni, incontri e show case e 50 operatori stranieri fino a rappresentare tutto il movimento indipendente italiano. Dal 2011 la manifestazione si è sdoppiata in Mei Supersond, il festival della Rete dei Festival per giovani emergenti che si svolge a fine settembre a Faenza, e in Mei Medimex, per le indies interessate al mercato internazionale, che si tiene a fine novembre a Bari con i premi Pimi e Pivi.

Il sito ufficiale del Mei per tutti gli aggiornamenti

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp