Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Dal Krash Trail alla scoperta della vena del gesso

Il racconto dell'evento organizzato dalla Leopodistica Faenza, vincitore del premio di "Primo è l'Ambiente".

 

della redazione Uisp Emilia-Romagna

FAENZA (RA) – Sono stati 400 in totale i partecipanti all'edizione 2021 del Krash Trail, organizzata dalla Leopodistica Faenza e tenutasi il 6 giugno ad Errano di Faenza. Un popolo di appassionati – circa 120 sulla distanza della maratona, il resto sulla 24 km – tornato ad animare una manifestazione che da sempre si distingue per l'attenzione alla natura e alla tutela dell'ambiente attraversato, tanto da essersi aggiudicata il premio "Primo è l'Ambiente", promosso da Uisp e Regione Emilia-Romagna insieme a Punto 3 per favorire la sostenibilità nello sport. 

Tutti i volontari vestiti con una maglia ecologica di cotone bio; le premiazioni effettuate con medaglie di legno e cordone di spago; il supporto degli studenti dei licei faentini per promuovere il rapporto tra scuola, sport e natura; un circuito in linea sostituito con uno ad anello per eliminare il trasporto degli atleti. Sono queste le principali misure che gli organizzatori hanno adottato per ridurre l'impatto ambientale della manifestazione

"Abbiamo visto confermato l'interesse per l'evento – afferma ­Marco Gurioli, presidente della Leopodistica Faenza – anche se con presenze ridotte rispetto alle 1.000 dell'edizione 2019. Numeri diversi vista la cancellazione degli eventi per le famiglie disposta dai precedenti DPCM. Ma per il numero dei competitivi non ci sono state variazioni". Una componente sociale e aggregativa della manifestazione che naturalmente ha risentito dei limiti dovuti alla gestione della pandemia, prima del ritorno in zona bianca. "A noi organizzatori è piaciuto fare l'evento per dare un segnale, per condividere questo nuovo tracciato della corsa sempre più attento all'ambiente, per far fare sport. Pur sapendo che tutto il terzo tempo ci sarebbe mancato. Senti la difficoltà del non poter abbracciare un atleta, mettergli la medaglia al collo, brindare con lui. Ma era importante ritrovarsi comunque, anche se con un'iniziativa un po' monca".

E se qualcosa è mancato nella parte aggregativa, nulla è sfuggito sul piano ambientale. "In ogni ristoro avevamo un'isola ecologica – precisa Gurioli – con il biodone della plastica, la carta e l'indifferenziata. Tutto con monodosi. Per la normativa anti-COVID abbiamo dovuto usare bottigliette di plastica, ma siamo stati rigorosi nel verificare che non venissero disperse sul percorso. E faccio i complimenti a tutti gli atleti che sono stati ordinati e puliti. Tanto che i volontari che passano alla fine della corsa per controllare il percorso e pulirlo da eventuali scarti non ne hanno trovati". A proposito di percorso, la novità è stata l'ospitalità fornita dal Parco regionale della Vena del Gesso, una delle più lunghe vene del gesso in Italia, con la maratona corsa per il 60% nel parco, oltre al percorso ad anello studiato per evitare gli spostamenti in pullman degli atleti. "Una misura pensata contro il COVID-19 ma che terremo anche per il futuro, visto che consente un'ulteriore riduzione dell'impatto ambientale", sottolinea il presidente della Leopodistica.

Grande attenzione anche alla scelta dei prodotti per i ristori, tutto a km zero e fornito da ditte del territorio, incluso il gel disinfettante della Caviro, una distilleria di Faenza, che ricava la sua soluzione alcolica dagli scarti dei distillati della lavorazione della frutta. Misure che non sono passate inosservate nemmeno alla popolazione di Errano, "che si è complimentata con noi organizzatori per l'educazione dei nostri partecipanti". Un modo in più per promuovere attraverso lo sport il territorio, caratterizzato dall'essere una zona carsica con grotte di interesse speleologico, paesaggi d'alta montagna anche a 500 metri, una fauna che annovera il gufo reale e i lupi. "Una zona meravigliosa – segnala Gurioli, profondo conoscitore delle bellezze naturalistiche del posto – adesso entrata in funzione al 100%, con sempre più famiglie che la frequentano regolarmente".

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario degli appuntamenti di formazione per istruttori Uisp

Differenze in Gioco: contro la violenza di genere

#EppurMiMuovo: lo sport a casa con LepidaTV

Lo sportpertutti a casa tua: la Uisp Emilia-Romagna e le sue proposte di attività motoria durante il lockdown

FuoriArea.Net

PartecipAzione: AssociAzioni in-formazione

Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Il sito del Forum del Terzo Settore Emilia-Romagna