Comitato Regionale

Emilia-Romagna

"Primo è l'Ambiente 2": la Marcialonga sul Rubicone sempre più green

Il 2 novembre si è svolta la premiazione delle prime 7 società vincitrici della seconda edizione del concorso "Primo è l'Ambiente". Conosciamo meglio l'esperienza della SD Podistica Seven con la loro tradizionale Marcialonga sul Rubicone.

 

 

di Sofia Borelli e Chià Rinaldi

BOLOGNA- Si è svolta martedì 2 novembre la premiazione delle prime 7 società vincitrici della seconda edizione del concorso "Primo è l’ambiente", un progetto a sostegno dello sport green e della promozione di pratiche sportive attente alla sostenibilità ambientale. L' iniziativa è coordinata da Uisp Emilia-Romagna con il finanziamento della Regione Emilia-Romagna e il sostegno di Punto 3 srl

Continuiamo a conoscere meglio le associazioni che hanno partecipato al progetto con l’esperienza della S. D Podistica Seven e la loro Marcialonga sul Rubicone, gara podistica arrivata alla sua 48esima edizione, che si è tenuta Il 10 ottobre scorso con un'attenzione sempre più marcata verso la sostenibilità ambientale.

 

 Quando nasce la vostra associazione?

La Società Podistica Seven nasce nel 1972 dalla passione dei suoi fondatori, tra cui il compianto presidente Raffaello Lelli, Otello Delvecchio e Virgilio Venturi. Nel corso degli anni la podistica è via via cresciuta fino a contare quasi 200 associati, organizzando a partire dal 2020 anche attività atletica per i giovani. L'attuale presidente Mario Ricci è alla guida dell'associazione dall'anno 2010. 
A partire dall'anno 1973 la Società organizza annualmente la Marcialonga sul Rubicone, gara che si corre su un percorso misto collinare tra il centro di Savignano e le colline delle tenute Spalletti di Ribano.

 

La natura, quindi, vi ha sempre accompagnati nei vostri percorsi e di conseguenza anche il rispetto verso di essa.

L'interesse per la natura è sempre stato tra le caratteristiche della nostra manifestazione, il cui percorso storicamente si è sempre snodato attraverso la natura autunnale.
Altresì da parte nostra sono sempre stati privilegiati prodotti locali nelle premiazioni della stessa manifestazione.
Con l'occasione di questo bando ci siamo sensibilizzati anche rispetto ad altre tematiche come ad esempio la raccolta differenziata dei nostri stessi rifiuti e la riduzione di materiale usa e getta.

 

Com’è andata la manifestazione?

L'arrivo e il persistere dell'emergenza COVID ci ha ovviamente costretto a ridimensionare alcuni obiettivi che ci eravamo posti, sia obiettivi di prestigio della manifestazione, come il numero di partecipanti e la presenza sui media locali, sia anche obiettivi specifici dello stesso bando "Primo è l'ambiente": ad esempio per la salvaguardia dei partecipanti abbiamo dovuto utilizzare confezioni sigillate usa e getta per contenere il materiale dei ristori.
Più in generale purtroppo l'adeguamento ai principi del bando è dovuto passare in secondo piano rispetto alla norme sanitarie imposte dai protocolli.
Tutto ciò premesso siamo stati molto soddisfatti per la risposta e la collaborazione che abbiamo avuto dai partecipanti.
Inoltre una menzione particolare va riservata alla MiniMarcialonga che abbiamo organizzato il giorno precedente allo Stadio G. Capanni di Savignano, che ha visto la partecipazione di 170 bambine/i e ragazzine/i dai 3 ai 15 anni.

 

Come sono state coinvolte le scuole?

Un punto importante che avevamo sviluppato riguardava la collaborazione con l'istituto superiore professionale "Marie Curie", da noi coinvolto per la preparazione dei trofei usati per la premiazione di atleti e società con vari materiali di recupero.
A tale scopo è stato fondamentale l'operato di una nostra associata, insegnante di educazione fisica dello stesso istituto, quale referente del progetto di collaborazione.
In un momento successivo alla prima domanda abbiamo deciso anche di coinvolgere l'Istituto ENAIP di Savignano per il confezionamento di medaglie Finisher da parte di ragazzi diversamente abili.

 

Come ha contribuito il progetto ad accrescere la consapevolezza verso la sostenibilità ambientale?

Abbiamo riscontrato un'ottima collaborazione da parte dei partecipanti, che hanno dimostrato la loro attenzione ai temi attraverso comportamenti responsabili quali la differenziazione dei rifiuti prodotti durante e dopo la manifestazione e l'utilizzo delle borracce e della casetta dell'acqua.
Da parte nostra rimane la volontà di continuare a mantenere questi comportamenti anche nelle prossime edizioni della Marcialonga, e casomai di riuscire anche a perseguire quegli obiettivi che non siamo riusciti a realizzare quest'anno.

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario degli appuntamenti di formazione per istruttori Uisp

Differenze in Gioco: contro la violenza di genere

#EppurMiMuovo: lo sport a casa con LepidaTV

Lo sportpertutti a casa tua: la Uisp Emilia-Romagna e le sue proposte di attività motoria durante il lockdown

FuoriArea.Net

PartecipAzione: AssociAzioni in-formazione

Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Il sito del Forum del Terzo Settore Emilia-Romagna