Comitato Regionale

Emilia-Romagna

"Primo è l'Ambiente 2": l'esempio della Teodora d'Estate tra ecologia e sport!

In occasione della premiazione del 2 novembre per il progetto "Primo è l'Ambiente 2" abbiamo raccolto l’esperienza dell’evento “Teodora d’estate” dell’associazione sportiva Teodora Ravenna Run.

 

 

 

di Sofia Borelli e Chià Rinaldi

BOLOGNA - Il 2 novembre si è tenuta la premiazione online della seconda edizione del concorso "Primo è l'Ambiente", iniziativa finanziata dalla Regione Emilia-Romagna, coordinata da Uisp Emilia-Romagna con il sostegno di Punto 3 Srl. Il progetto, che sostiene le manifestazioni sportive con un'attenzione particolare alla sostenibilità ambientale, quest'anno ha visto come vincitrici ben 13 associazioni, tra cui l'Associazione sportiva Teodora Ravenna Run che il 28 agosto 2021 ha portato in scena la manifestazione "Teodora d'estate".

Quale è la storia dell'associazione?

L'associazione sportiva Teodora Ravenna Run nasce ufficialmente nel febbraio 2019 per la realizzazione di progetti pensati da maggio 2018. Lo scopo è quello di unire all'evento sportivo anche aspetti culturali, storici, di solidarietà e di socialità. La prima manifestazione è stata fatta il 5 maggio 2019 e si è trattato di una corsa / camminata non agonistica che ha toccato e attraversato 7 degli 8 monumenti Unesco di Ravenna. L'ottavo monumento è stato toccato il 31 dicembre 2019 con la "Maratona di … Classe". 

 Da dove nasce il vostro interesse rispetto alle tematiche ambientali e alla promozione della sostenibilità nel mondo sportivo?

Ci siamo avvicinati al concorso "Primo è l'ambiente" verso la fine del 2019 in quanto gli obiettivi dello stesso concorso rispecchiavano i principi fondativi del nostro sodalizio. Già nell'evento "Teodora Ravenna Run" di maggio 2019, abbiamo messo in atto alcune azioni di sostenibilità con la pulizia immediata del percorso al transito degli atleti e camminatori e la raccolta differenziata dei rifiuti. Vengono organizzati dai nostri associati  dei circuiti di manifestazioni sportive, ad esempio "Promesse di Romagna" che è dedicato esclusivamente alle categorie giovanili. In questi contesti cerchiamo di insegnare ai giovani come si possa organizzare un evento sostenibile per l'ambiente. Le regole di prevenzione anticovid non sempre si conciliano con questo (come ad esempio l'aumento di rifiuti derivanti dalle monoporzioni). Con alcuni accorgimenti come l'autosufficienza nei propri ristori o l'utilizzo di imballaggi ad alta biodegradabilità permette di ripristinare un certo equilibrio. Quello che siamo riusciti ad applicare nell'evento di Agosto 2021 lo stiamo usando come banco di prova per altri eventi organizzati anche da altre associazioni facenti parti di un coordinamento di enti sportivi.

Parlaci della manifestazione e dell'evento che si è svolto. Come è andata?

L'evento è stato riprogrammato diverse volte per il rispetto delle normative di prevenzione Covid ed anche per un nostro senso di responsabilità nell'organizzare eventi di partecipazione di massa. Quindi le azioni di sostenibilità sono state rimodulate per rispettare le regole. Una su tutte era basata sul car sharing, ma essendo sconsigliato dalle norme abbiamo pensato di incentivare il raggiungimento del luogo tramite l'utilizzo di mezzi ecologici o mezzi pubblici. Tutti coloro che hanno aderito a questo invito sono stati gratificati con un ingresso omaggio al Museo Classis, unendo così lo sport alla cultura e alla sostenibilità ambientale.
Abbiamo messo in campo il recupero di materiali utilizzando per le medaglie vinte da tutti i partecipanti , metallo proveniente da recupero di materiali ferrosi. Altra azione riconducibile al rispetto dell'ambiente è stata la quasi totale eliminazione della carta per le comunicazioni e la promozione della manifestazione. Sono stati utilizzati i canali social sia interni della associazione che per il tramite di altre associazioni sportive.

 Quanto ha contribuito il progetto a migliorare e ampliare l'attenzione rispetto alle tematiche ambientali dei partecipanti e dell'associazione?

La nostra associazione, ponendosi con l'intento di organizzare manifestazioni che siano da linee guida per altri eventi sportivi, fin da subito ha intrapreso azioni nel rispetto della sostenibilità. Siamo convinti che il ripetersi di queste azioni in modo continuativo in tutti gli eventi sia il giusto sprono per avere una coscienza ecologica anche nella quotidianità delle persone. Sappiamo che certe normative anti-Covid sono purtroppo non in linea con una sostenibilità. Anche in questo caso dobbiamo trovare azioni mirate e specifiche. Nella nostra manifestazione era prevista anche una gara riservata alle categorie giovanili e gli stessi bambini e ragazzi hanno potuto ammirare quello che è stato un campo gara pulito, in ordine ed in ambiente naturale.

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario degli appuntamenti di formazione per istruttori Uisp

Differenze in Gioco: contro la violenza di genere

#EppurMiMuovo: lo sport a casa con LepidaTV

Lo sportpertutti a casa tua: la Uisp Emilia-Romagna e le sue proposte di attività motoria durante il lockdown

FuoriArea.Net

PartecipAzione: AssociAzioni in-formazione

Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Il sito del Forum del Terzo Settore Emilia-Romagna