Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Semi-in-aria, un anticipo di primavera

Nuovi spunti e proposte per un nuovo ruolo della Uisp regionale nel panorama del Terzo Settore. Questo il focus di un appuntamento a Cesenatico nel prossimo weekend.


della redazione Uisp Emilia-Romagna

CESENATICO (FC) – «Non è una formazione ma un momento di condivisione e rielaborazione». Così Carlo Balestri, vice presidente della Uisp Emilia-Romagna, presenta l'appuntamento "Semi-in-aria", un seminario, dedicato ai dirigenti dello sportpertutti regionale, che si terrà sabato 15 e domenica 16 febbraio nell'hotel Lalla di Cesenatico. Al centro dell'iniziativa «c'è l'esigenza – chiarisce Balestri – di ritrovarsi e ricrearsi come comunità, e come comunità ritrovare un minimo comune denominatore che sia fondante e fondativo per potere rielaborare le strategie sulla condizione della Uisp in Emilia-Romagna nel futuro».

Due giorni di lavori di gruppo che si apriranno domani, sabato 15 febbraio, alle 14,30, analizzando in primis la situazione della Uisp nel suo complesso, con il report di Liliana Grasso, direttrice di Acume Associazione, che fotografa statisticamente la Uisp Emilia-Romagna su un piano qualitativo e quantitativo. A seguire le discussione e i lavori dei tre gruppi, divisi in base a tre tematiche differenti. In primis "I livelli di azione Uisp: dal territoriale al nazionale, quale ruolo per il regionale?". Il secondo con lo sport al centro, avendo per titolo "Le attività Uisp tra ambito territoriale e regionale". Il terzo dedicato a "Il Comitato regionale ideale: la Uisp Emilia-Romagna nel futuro".

Ogni gruppo sarà coordinato da due facilitatori, incaricati del gravoso compito maieutico. «Abbiamo scelto dirigenti – precisa Balestri – piuttosto giovani rispetto alla media della Uisp. Ma non abbiamo cercato in loro soltanto la freschezza nella conduzione, quanto piuttosto l'unione di diverse competenze che potessero renderli complementari nella conduzione del lavoro. Il criterio principale è stato quello di avere per guida i punti di vista di persone che hanno la capacità di mettersi al servizio, piuttosto che in prima fila, di ascoltare, indirizzare e suggerire punti di vista nuovi e diversi».

Appuntamento quindi a Cesenatico, con una Uisp Emilia-Romagna che – complice anche il nuovo corso e le tante aspettative sulle politiche di amministrazione del territorio regionale che si delineano dopo le recenti elezioni – guarda al proprio interno per potersi rilanciare nel suo ruolo di collante sociale a partire dallo sport e dall'attività motoria.

FuoriArea.Net

Differenze in Gioco

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp