Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Un protocollo per lo sport ecologico

Presentato oggi nella sede Uisp di Modena il protocollo d'intesa tra Uisp e l'Ente Parco dell'Emilia centrale: cinque anni di programmazione comune per iniziative che coinvolgano sport e rispetto della natura

La firma del protocollo tra Uisp e Parco dell'Emilia centraledella redazione Uisp Modena

 

MODENA - Un binomio creato soltanto oggi, con la firma ufficiale, ma che porterà lontano. Uisp Emilia-Romagna e l'Ente per la gestione dei Parchi e della Biodiversità dell'Emilia centrale hanno infatti firmato un'intesa di cinque anni che prevede una collaborazione a tutto tondo, con tante attività sportive che animeranno le aree protette della nostra regione. Si inizierà domenica primo marzo, con una camminata (a piedi, o sulle ciaspole se ci sarà neve) al Lago Santo, sull'Appennino modenese, per poi proseguire in primavera con un trail nel parco di Roccamalatina e tante attività estive che sono in fase di studio.

"Abbiamo voluto esplorare quali potessero essere le potenzialità di un accordo con l'Ente parco dell'Emilia centrale - ha spiegato oggi in conferenza stampa a Modena Manuela Claysset, responsabile regionale Uisp delle politiche ambientali - e soprattutto quali tavoli e iniziative potessero avere un minimo comune denominatore. Abbiamo trovato nell'Ente un partner ideale per il nostro spirito ecologico che per i nostri valori di rispetto per la natura". A farle eco Giovanni Battista Pasini, presidente dell'Ente parco: "Sono tante le riserve naturali di cui si può fregiare il nostro ente: il Parco del Frignano, quello dei sassi di Roccamalatina, l'area delle casse di espansione del Secchia che sta per essere riqualificata. Riteniamo appropriato, per tutte queste sedi, il connubio sport-ambiente, che può dare anche nuova linfa al turismo. Nei parchi già da tempo si praticano varie attività, dall'escursionismo, agli sci, alle ciaspole, e il protocollo con Uisp ci consente di svolgerle in modo ancora più efficace, anche attraverso le singole associazioni affiliate Uisp dei diversi territori. Il protocollo ha la durata di cinque anni, con un programma di iniziative che di anno in anno si arricchirà".

Mauro Rozzi, presidente Uisp Emilia-Romagna, con Giovanni Battista Pasini, presidente dell'Ente parcoPresente alla conferenza stampa anche Mauro Rozzi, presidente regionale Uisp, che ha sottolineato come ci sia "un impegno Uisp sull'ambiente da vari anni, anche con attività sperimentali che sono diventate un'opportunità per i nostri soci, per coniugare lo sport con una sensibilità ecologica diversa". Con lui anche il presidente della Uisp Modena Giorgio Baroni, che ha voluto rimarcare come, col protocollo, "si integrino due enti molto forti e radicati sul territorio, garanzia di qualità e di diffusione di sani valori". Ha chiuso la conferenza Valerio Fioravanti, direttore dell'Ente parco: "Con questo accordo tuteliamo ambiente e biodiversità con un approccio ludico ma rigoroso, che si renda conto di dove si pratica l'attività, rispettando i luoghi durante il loro 'utilizzo' sportivo". Appuntamento quindi a domenica primo marzo col primo ritrovo sul Lago Santo e poi con le tante altre iniziative che animeranno questa nuova partnership.

Scarica il protocollo

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp