Comitato Regionale

Emilia-Romagna

17 maggio - Giornata internazionale contro l'omolesbobitransfobia

Dalla redazione di Uisp Emilia-Romagna

 

Il 17 maggio ricorre l’IDAHOBIT, la giornata internazionale contro l’omolesbobiatransfobia. La data non è casuale: il 17 maggio 1990 è il giorno in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rimosso l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali pubblicata dalla stessa organizzazione.

L’IDAHOBIT ha come scopo quello di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulla violenza, le discriminazioni e le disuguaglianze che la comunità LGBTQIA*+ vive tutt’ora. A più di trent’anni dalla depatologizzazione dell’omosessualità, infatti, la strada per l’uguaglianza di tutte le persone LGBTQIA*+ è ancora lunga e piena di ostacoli e difficoltà strutturali. Lo slogan di quest’anno è I nostri corpi, le nostre vite, i nostri diritti.

A differenza di eventi come il Pride l’IDAHOBIT non viene celebrato con un’unica iniziativa: è una giornata “aperta” in cui chiunque può organizzare eventi di qualsiasi natura (marce, presidi, ma semplici pic-nic) per promuovere una o più cause afferenti alle lotte della comunità.

Come Uisp Emilia-Romagna abbiamo individuato nel 17 maggio una delle date simboliche per sensibilizzare sulle discriminazioni omolesbobitransfobiche nell’ambito del progetto “Differenze in Gioco - Sport libera tutt*”.

In questa cornice si colloca l’iniziativa del Comitato di Parma “Camminiamo insieme contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia”.

Lo sport, infatti, può e deve agire come motore per la promozione di uguaglianza e solidarietà sociale, rompendo innanzitutto il silenzio sulle numerose barriere di accesso all’attività sportiva per le persone LGBTQIA*+.

Secondo il report di OUTSPORT (2019) infatti, in Italia il 41% delle persone LGBTQIA+* non fa coming out, il 20% delle persone della comunità hanno abbandonato lo sport per via del loro orientamento sessuale, percentuale che sale al 54% per le persone trans (medie europee). Sempre in Italia, il 60% delle persone che hanno partecipato alla ricerca hanno riportato episodi di discriminazione da parte di compagn* di squadra.

Questi sono solo alcuni dei numeri per restituire una realtà complessa e ostica come quella sportiva per le persone LGBTQIA+.

“Sport libera tutt*”, coerentemente con altre politiche che Uisp ha già avviato, vuole contrastare la violenza e l’esclusione che spesso caratterizza gli ambienti sportivi, rendendo questi spazi attraversabili da tutti i corpi e da tutte le identità per restituire allo sport la sua natura aggregativa e solidale.



“I nostri corpi sono le nostre vite. Abbiamo il diritto di vivere in libertà e con dignità!”

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
SPORT POINT - Consulenza accessibile per lo Sport

PartecipAzione: AssociAzioni in-formazione

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario degli appuntamenti di formazione per istruttori Uisp

Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Il sito del Forum del Terzo Settore Emilia-Romagna

#EppurMiMuovo: lo sport a casa con LepidaTV

Lo sportpertutti a casa tua: la Uisp Emilia-Romagna e le sue proposte di attività motoria durante il lockdown

FuoriArea.Net

Webcam couples - live sex sites

Find and Don't hesitate to look at the keyword phrases that are most frequent. This gives you exactly what you want and helps save time. And once you interact with our models, you can even don't hesitate to ask them to execute some of the things you wish to see!

When a version opens her career she does the search what turns on guys. And a lot of people love girls with dildos. Scientists say this is because you don't see the other person and it all resembles a sex action that is personal chat18.