Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Che genere di sport?

Il 5 luglio, ai Mondiali Antirazzisti di Bosco Albergati (Mo), si è svolto un dibattito sul ruolo dello sport nella lotta all'omofobia e alla violenza sulle donne

Stefania Guglielmi e Fausto Viviani al dibattito "Sport contro l'omofobia e il femminicidio" - Foto di Antonio Marcello - Shoot4Changedi Fabrizio Pompei


CASTELFRANCO EMILIA (MO) - "Forse è una parola fastidiosa ma di sicuro fa aprire gli occhi". Il termine in questione è "femminicidio", mentre a parlare è Stafania Guglielmi dell'Unione donne in Italia (Udi) durante il dibattito che si è tenuto ieri pomeriggio ai Mondiali Antirazzisti. "La violenza sulle donne - ha spiegato la Guglielmi - non è un'emergenza. C'è sempre stata, ed è una costante della nostra storia di cui, grazie anche all'impegno dell'Udi, si è iniziato a parlare". All'incontro - dal titolo "Sport contro l'omofobia e il femminicidio" - era presente anche Antonello Sannino, referente nazionale del settore sport dell'Arci gay, che ha mosso critiche all'atteggiamento politico delle associazioni del mondo glbtq (gay, lesbo, bisex, trans, queer). "Troppo spesso - ha affermato - siamo stati messi a tacere dall'inserimento di qualche nostro rappresentante nei ruoli istituzionali. Il compito delle associazioni invece dev'essere quello di agire esternamente ai partiti dal momento che i nostri diritti non hanno colore politico".

Dello stesso avviso Fausto Viviani, della Cgil Emilia-Romagna, che ha voluto sottolineare come il progresso civile passi non tanto da decisioni politiche calate dall'alto quanto dall'impegno quotidiano di ogni individuo. "Sono importanti i gesti simbolici, anche in ambito sportivo. Pensiamo al Liverpool, uno dei più antichi club calcistici, che ha aderito al gay pride". Dal calcio della premier league a quello amatoriale: al dibattito era presente infatti anche Roberto Terra di Hic sunt leones, squadra di calcio che partecipa al campionato Uisp e che ha aderito alla campagna di sensibilizzazione sul femminicidio "Noi no". "È stata la prima volta - ha spiegato  Terra - che gli uomini hanno preso la parola su questo tema. Del resto crediamo che lo sport possa servire per veicolare valori e aiutare prima di tutti chi lo pratica a crescere". Anche Manuela Claysset, presidente del consiglio Uisp, ha voluto insistere su questo punto. "Lo sport - ha affermato - non è un mondo a parte, separato dalla società. Occorre una campagna culturale comune per un cambiamento che avvenga contemporaneamente dall'alto e dal basso".

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
SPORT POINT - Consulenza accessibile per lo Sport

PartecipAzione: AssociAzioni in-formazione

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Il calendario degli appuntamenti di formazione per istruttori Uisp

Forum Terzo Settore Emilia-Romagna

Il sito del Forum del Terzo Settore Emilia-Romagna

#EppurMiMuovo: lo sport a casa con LepidaTV

Lo sportpertutti a casa tua: la Uisp Emilia-Romagna e le sue proposte di attività motoria durante il lockdown

FuoriArea.Net

Webcam couples - live sex sites

Find and Don't hesitate to look at the keyword phrases that are most frequent. This gives you exactly what you want and helps save time. And once you interact with our models, you can even don't hesitate to ask them to execute some of the things you wish to see!

When a version opens her career she does the search what turns on guys. And a lot of people love girls with dildos. Scientists say this is because you don't see the other person and it all resembles a sex action that is personal chat18.