Struttura di Attività Nazionale

Discipline Orientali

Iwama Ryu

L'Iwama Ryu è la Scuola di Aikido fondata dal M° Morihiro Saito Soke (9° Dan Aikikai), l'allievo che seguì per più anni il Fondatore dell'Aikido O' Sensei Morihei Ueshiba.

Nell'ADO UISP l'Iwama Ryu è sotto la direzione tecnica del M° Giuseppe Lisco 7° dan.

 

L'Aikido è un'importante Arte Marziale giapponese, che si differenzia in molti aspetti dalle altre specialità marziali, sia per il tipo di ricerca di movimento che per lo spirito con cui si apprendono le svariate tecniche del repertorio dell'Aikido, mai in competizione o in prevaricazione tra i praticanti. L'Aikido racchiude quindi un potenziale sociale e spirituale molto grande che va coltivato e reso parte della propria vita, così da renderlo rinforzo e sostegno della propria esistenza, oltre che ad un ottimo metodo per la salute psico-fisica e per la difesa personale.

La pratica dell'Aikido ha subito negli anni numerose evoluzioni, ma anche diverse involuzioni, sia per motivi geografici che rendevano difficili gli aggiornamenti costanti, sia per particolari scelte di alcuni grandi maestri del passato, che hanno modificato e personalizzato parti di programma tecnico secondo le loro capacità, dando il via a numerose ramificazioni. Frutto di questi cambiamenti è soprattutto l'esperienza maturata dai tecnici che insegnano questa disciplina che ne hanno migliorato la didattica e la velocità di apprendimento dei praticanti, che richiede comunque molta dedizione e pazienza.

Takemeusu Aiki è il nome che O'Sensei Ueshiba diede all'Aikido praticato nell'Ibaraki Dojo di Iwama, un piccolo paese nella prefettura di Ibaraki a Nord di Tokyo, dove il fondatore visse dal 1941 agli ultimi giorni della sua vita nel 1969. Takemusu Aiki è un concetto, non due semplici parole, e quindi può aprirsi a diverse interpretazioni, ma tutte legate ad un senso di pratica molto marziale delle tecniche di Aikido. Takemusu Aiki è anche espressione dell'infinita evolvibilità della tecnica partendo dai principi di base legati all'uso del Jo e del Ken (rispettivamente bastone e spada di legno), per arrivare a movimenti e variazioni sempre più belle ed efficaci.

Lo stile di Iwama (Iwama Ryu) è caratterizzato sicuramente da una fortissima impronta formativa legata alla pratica continua delle tecniche (tachiwaza) ed abbinata allo studio delle armi (bukiwaza), che diventano uno strumento fondamentale per l'apprendimento dei principi dell'Aikido, cioè postura, respirazione, equilibrio e movimento del corpo.

      il maestro Morihiro Saito assieme a O'Sensei Ueshiba

VIDEO DI PRESENTAZIONE DISCIPLINE ORIENTALI UISP

 

VIDEO DISCIPLINE ORIENTALI UISP (versione lunga)

Campionato Nazionale di Judo 2018
Campionato Nazionale di Karate 2018
Formazione

Percorso per la Qualifica di Insegnante

Riccione 24/27 ottobre 2019

Il Coordinamento Nazionale delle Discipline Orientali UISP (approvato dal Settore Formazione Nazionale UISP) dal prossimo ottobre proporrà un corso nazionale per la formazione Insegnanti, per la parte comune (materie trasversali), come opportunità per i regionali in difficoltà ad organizzarlo nel proprio territorio.
La modalità della parte didattica disciplinare rimane invariata, come definita dal Settore di riferimento.

Programma e modalità

Modulo d'iscrizione

Seminario di difesa personale

A roma il 10 marzo si è svolto un seminario di difesa personale  organizzato dall ' Accademia Tai Chi Chuan Il Grande Fiume con il supporto del Comitato Lazio Sud est. Sono state coinvolte anche donne che non praticano nessun tipo di attività fisica ne tanto meno conoscono le arti marziali.  Si è lavorato su  come affrontare il problema delle violenze delle donne, sia dal punto di vista teorico che pratico, basandosi su tecniche semplici ma molto efficaci. I Maestri che hanno tenuto le tre differenti lezioni hanno saputo incuriosire e stimolare rendendo ogni tecnica illustrata fattibile e praticabile, stimolando così la voglia di approfondire l'argomento. Un seminario basato sulla leggerezza e sulla concretezza grazie a tutti i partecipanti e grazie alla sintonia tra  i Maestri Claudio Bufalini, Fabrizio Basciu e Moratti Bruna. Le quote versate sono state interamente devolute all' Associazione Telefono Rosa.

Roma 10 marzo