Comitato Territoriale

Firenze

Cittadinanza sportiva, confronto di idee e progetti sulla città del futuro

Lo sportpertutti pronto a lavorare alla progettazione di una Firenze di prossimità, insieme al Comune, all'Ordine degli Architetti e al Dipartimento di Architettura.

 

L’immagine di una Firenze dove attività motoria e benessere collettivo, mobilità e accessibilità di luoghi e impianti sono realtà capaci di integrarsi tra loro è lo scenario che emerge dall’incontro pubblico “Cittadinanza sportiva: lo sport e il futuro della città”. L’iniziativa di sabato 20 novembre 2021 alla Palazzina Reale Stazione Santa Maria Novella di Firenze, organizzata da Uisp Unione Italiana Sport Per Tutti e dal Comune di Firenze in collaborazione con l’Ordine degli Architetti e il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze, ha visto confrontarsi sportivi, cittadini, rappresentanti delle istituzioni e professionisti. Dal dibattito sono emerse idee e ipotesi di progetti su cui lavorare.

Uisp da sempre sostiene l’importanza di una equa distribuzione degli impianti sportivi sul territorio, come ha sottolineato il presidente Marco Ceccantini in apertura dell'incontro, e tiene oggi conto della maggiore richiesta da parte della popolazione di svolgere attività all’aperto soprattutto in fase post Covid, inserendo questo tipo di pratica sportiva in un quadro più ampio legato alla mobilità e all’accessibilità degli impianti., senza dimenticare temi come l’efficientamento energetico e la sostenibilità ambientale. Alle richieste della Uisp, Palazzo Vecchio sta cercando di dare una risposta grazie ad un lavoro di squadra, a vari livelli, con il coinvolgimento di diversi assessorati per un’azione politica congiunta nel nome di una Firenze di prossimità.

RIVEDI LA DIRETTA DEGLI INTERVENTI

Buona base di partenza lo studio che il consigliere comunale delegato alla statistica Enrico Conti sta portando avanti nei vari quartieri cittadini, con una mappatura capillare degli impianti sportivi: sono 96 le strutture destinate al calcio, 79 al basket, 18 al nuoto, 75 per pallavolo, 19 per pattinaggio e skateboard, 35 per pugilato scherma e arti marziali, 26 per il tennis e 109 per atletica e per le attività fitness in palestra. Una quadro da leggere da una prospettiva diversa e che apre nuovi scenari, sui quali si è soffermata l’assessora all’Urbanistica Cecilia Del Re che, raccogliendo un preciso input della Uisp, ha assicurato la prossima realizzazione di un impianto natatorio nel Quartiere 4 dove ad oggi c’è solo una struttura per il nuoto a fronte delle 9 a disposizione del Quartiere 5. Del Re ha sottolineato l'importanza del nuovo Piano Strutturale, strumento urbanistico che terrà conto anche del duplice ruolo che gli impianti scolastici possono giocare fuori dagli orari curricolari. Oltre al nascente parco di San Bartolo, l’assessora si è concentrata sulle proposte progettuali che riguardano lo stadio Franchi e che porteranno ad un ripensamento dell’intera area sportiva di Campo di Marte.

L’assessore allo Sport Cosimo Guccione ha ricordato la costante richiesta di spazi attrezzati all’aperto per fare sport, soprattutto post pandemia, e costruire servizi all'interno di parchi e giardini dove andare a correre o a passeggiare. Ha poi introdotto una riflessione su come sport e spostamenti casa-lavoro possano integrarsi nell’ottica di una nuova mobilità e di un’attività fisica intesa in termini più ampi. Ha inoltre indicato il Quartiere 2 e il Quartiere 5 come realtà dove intervenire con spazi per la pallavolo e per il basket.

Giovanni Bettarini, capo di gabinetto della Città Metropolitana di Firenze ha sottolineato l’importanza di riconnettere lo sport alla mobilità sottolineando come le scelte individuali in termini di spostamenti ecofriendly siano prioritari. Ha ribadito la necessità di un coordinamento in termini di interventi sull’intera area metropolitana.

Giuseppe De Luca, direttore del Dipartimento di Architettura, Università di Firenze ha evidenziato quanto sia fondamentale costruire collegamenti tra i vari impianti, ricordando che il Pnrr offre molti strumenti d’intervento. É inequivocabile l'importanza di estendere lo sport ad una fascia di popolazione sempre più ampia in virtù della frase bandiera "sportperutti" che da oltre 70 anni caratterizza l'azione dell'UISP, ma il prossimo passo è quello di ripensare questo approccio, riformulandolo in funzione di uno "sportcontutti", dove i soggetti che operano nella progettazione politica, fisica e gestionale si uniscano per un significativo cambio di prospettiva.

Santino Cannavò, responsabile Settore Ambiente UISP Nazionale, ha rilevato quanto sia fondamentale creare una cultura del movimento che possa trovare espressione al di là dell'impiantistica, con attività sportive da svolgere in funzione dell'olografia, della condizione climatica e di tutti quegli elementi naturali che caratterizzano un territorio.

IL SERVIZIO DI FLORENCE TV

GUARDA LA FOTOGALLERY

Dai tavoli tematici su mobilità, rigenerazione urbana, impiantistica sportiva green e diffusione degli impianti sul territorio sono emersi spunti e indicazioni, ben sintetizzati dal vice presidente di Uisp Firenze Marco Gamannossi. Sul fronte della mobilità è stato sollecitato un ruolo più attivo da parte degli utenti e un maggiore coinvolgimento dei giovani a partire dalle scuole per sensibilizzarli a tali tematiche. La riflessione sull’impiantistica green parte dalla necessità di abbattere i costi energetici, contenendo gli sprechi soprattutto nelle strutture scolastiche fino a puntare al recupero e la riqualificazione degli impianti già esistenti. Gli input sul tema della distribuzione degli impianti hanno posto l'accento su come sia necessario ripensare anche la gestione degli spazi interni delle singole strutture: da un’attenzione maggiore agli spogliatoi per le famiglie e per le donne agli sport nuovi e di tendenza.
In conclusione è emerso che lo sport rappresenta uno strumento essenziale per disegnare il futuro della città e che la rigenerazione urbana non può prescindere da una maggiore interazione tra uomo e ambiente e da un welfare del territorio che metta in connessione le diverse realtà. 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
AVVISI
Cercasi collaboratori per progetti di attività motoria nelle scuole dell'infanzia e primarie a Firenze e nei comuni limitrofi e per progetti sociali e corsi per adulti e anziani. Requisiti necessari: laurea in scienze motorie, ISEF o equipollenti. Per candidarsi inviare il cv a nuovistilidivita@uispfirenze.it.
Per ulteriori informazioni tel. 0556583509.
PIATTAFORMA SERVIZI ASSOCIAZIONI SPORTIVE

 

SCRIVICI PER INFORMAZIONI E SUGGERIMENTI

VANTAGGI PER I SOCI UISP

ASSICURAZIONE E DENUNCE SINISTRI

Assicurazione e Denunce sinistri

CERTIFICAZIONE MEDICA E SEDI CONVENZIONATE

Convenzioni visite medico sportive

FORMAZIONE E BANDI

formazione_bandi5

BIBLIOTECA DELLO SPORTPERTUTTI

biblioteca dello sportpertutti

UISPRESS AGENZIA DI INFORMAZIONE NAZIONALE

uispress agenzia di informazione nazionale

PAGINE UISP