Settore di Attività Nazionale

Discipline Orientali

Vibrazioni nella forza

"VIBRAZIONI DELLA FORZA"

scaricalo

Sarebbe riduttivo considerare solo un manuale delle arti orientali "Le vibrazioni della forza- storia critica delle arti orientali",edito nella collana Per Sport della Meridiana, in collaborazione con CSI e UISP.

Sergio Raimondo che ha curato il volume rendendolo simile alla regia di un film sulle arti d'oriente, è ricco di citazioni, di curiosità,di spunti storici e culturali tali da trasformare la lettura in un viaggio nel vasto unierso delle arti d'oriente. 

Il lettore viene trasportato dalla dai titoli accattivanti e  dalla curiosità di alcune informazioni anche sul cinema e la letteratura. Si scopre come le arti marziali si fondano e si intrecciano con il cinema,  Bruce Lee ne è probabilemente l'emblema, il costume, i movimenti politici, anche in Italia.

La loro evoluzione storica muta anche con l'approdo nella società occidentale, di cui peraltro hanno assorbito alcuni tratti come la modernizzazione,l'espansione economica, l'individualismo e la tecnica industriale. La strada è stata lunga e difficile, scontrandosi principalmente con alcuni pregiudizi. Primo fra tutti una concezione di  sport in Occidente inteso come agonismo e ricerca del risultato. Al contrario, è la ricerca dell'equilibrio tra forze opposte che sta alla base di queste discipline e che insegna come lo sport possa diventale veicolo di integrazione e di fusione delle differenze tra popoli, immaginando la pace tra culture.

Non a caso fanno parte delle ventisei discipline anche  tecniche individuali ginniche, posturali o meditative, accanto a quelle più vicine al combattimento. Nelle arti orientali domina il principio del "Vincere senza combattere" perché il nemico è anche quello che si annnida dentro di sé.

Accumunate anche dai principi di autodisciplina,  rispetto, responsabilità,  ricerca dell'armonia "dell'universo espressa dall'alternanza di yin e yang" ,assumono i tratti di vere filosofie di vita in cui rientrano anche pratiche culturali come la cerimonia del tè, la disposizione dei fiori, la calligrafia.

Nella seconda parte del testo si possono inoltre scoprire dettagliatamente le singole discipline spiegate nella loro evoluzione storica e nelle tecniche: Aikido,Gatka, Jutaijuitsu, Karate, Kendo-Iaido-Jodo, Quigong, Shaolin mon, Takeeondo, Taijiquan, Viet Vo Dao, Yoga.

Ogni disciplina ha caratteristiche, percorsi, tecniche diverse anche se spesso siamo portati a considerarle tutte come appartenti ad un unico grande contenitore.

La lettura del testo diventa quindi un modo per conoscere, riflettere e capire queste discipline, superando molti pregiudizi, luoghi comuni.

Eugenia Porro

I

VIDEO DI PRESENTAZIONE DISCIPLINE ORIENTALI UISP

 

VIDEO DISCIPLINE ORIENTALI UISP (versione lunga)

Campionato Nazionale di Judo 2018
Campionato Nazionale di Karate 2018
Campionato Nazionale di Karate 2019
Campionato Nazionale di Judo 2019
Formazione

Percorso per la Qualifica di Insegnante

Riccione 24/27 ottobre 2019

Il Coordinamento Nazionale delle Discipline Orientali UISP (approvato dal Settore Formazione Nazionale UISP) dal prossimo ottobre proporrà un corso nazionale per la formazione Insegnanti, per la parte comune (materie trasversali), come opportunità per i regionali in difficoltà ad organizzarlo nel proprio territorio.
La modalità della parte didattica disciplinare rimane invariata, come definita dal Settore di riferimento.

Programma e modalità

Modulo d'iscrizione

--------------------------------------------------

Notizie dal Territorio

Judo, Tai Chi e Natura

Domenica 23 giugno, a conclusione dei festeggiamenti per i 30 anni di Judo dell’ASD Aurelio SG di Roma, i dirigenti dell’Associazione hanno organizzato per gli indomiti che continuano a resistere in palestra, una serata evento presso il Parco Natura “Volo Alto”, un’oasi naturale  a pochi chilometri dal caos di Roma. Alle 19.30, dopo aver montato il tatami, è iniziata la lezione di judo tenuta dal sottoscritto, che ha visto i  giovani allievi impegnati sia nello studio di tecniche che nel randori e, contemporaneamente, è iniziata una lezione di Tai Chi per i genitori dei judoka, tenuta dal Maestro Bruna Moratti che, oltre ad essere un ottimo insegnante di Tai Chi e Chi Kung, è una cara amica che si rende sempre disponibile e partecipa con passione a queste iniziative. Grande l’entusiasmo di tutti i partecipanti alla lezione. Alle 20.30, terminate le lezioni di Judo e Tai Chi, è iniziata la lezione di cottura della carne sul barbecue tenuta da Claudio Catenaro, Presidente dell’Aurelio SG, da Mattia Locatelli, da Andrea Saltarel e da Christian Pignocchi, tre dei genitori più attivi dell’Associazione. Terminata la cena con i dolci fatti dalle mamme, è iniziata la suggestiva visita notturna degli animali del parco, soprattutto volatili come i grifoni, le cicogne e i gufi, con la possibilità di accarezzarne alcuni come il riccio, il cincillà ecc. accompagnati da una guida che ha descritto in modo eccellente gli animali e le loro abitudini arricchendo le spiegazioni con tanti particolari interessanti e coinvolgenti. Al termine della visita abbiamo continuato a dilungarci con chiacchiere, ricordi e progetti andando ben oltre l’orario di chiusura previsto. Un ringraziamento a tutti coloro che si sono impegnati per la riuscita della serata compresi Alessandro e tutto lo staff del Parco Volo Alto per la competenza, la disponibilità e per averci sopportato fino a mezzanotte passata.                                                                                                   Claudio Bufalini