Struttura di Attività Nazionale

Discipline Orientali

Accademia Italiana Kyusho

 

 

 

 

 

 

 

L'Accademia Italiana Kyusho nasce dalla volontà dei suoi fondatori di creare un gruppo di studio serio che sia di riferimento in Italia per approfondire discipline quali il Kyusho o Dim Mak, Qi Gong  e tutto ciò che riguarda la manipolazione dell'energia o Qi.

I fondatori di questa realtà sono il M° Davide Lodi, gli Istr. Roberto Torelli e Gian Luca Fava, provenienti da realtà marziali diverse, possono tutti e tre vantare esperienze ultraventennali nel campo delle Arti Marziali quali Kyusho, Aikido, Karate, Ju Jutsu, Kapap Lotar, Krav Maga e Qi Gong. 

 

Il progetto è sostenuto direttamente dal M° Jim Hulse, Hanshi 8° Dan Uechi Ryu Karate, Renshi 6° Dan Kyusho (Presidente di Kyusho Do), Maestro di Qigong, esperto e Diplomato Terapeuta MTC (Agopuntura, Auricoloterapia, Tuina, Reflexology, Moxa, Remedial Massage), con il quale la A.I.K. intrattiene costanti rapporti in Italia e in Inghilterra, grazie a trasferte di studio periodiche durante le quali noi stessi continuiamo il nostro percorso di ricerca.

Kyusho Do è rappresentata in Italia da A.I.K. e il M° Davide Lodi è riconosciuto dal M° Jim Hulse come responsabile nazionale. Il M° Davide Lodi e il M° Roberto Torelli sono docenti qualificati a divulgare i programmi di studio di Kyusho e Qi Gong per conto di questa scuola.

 

L'Accademia Italiana Kyusho divulga i programmi tecnici di Kyusho Do coadiuvati da un proprio programma tecnico nato dall'espressione degli stessi ideatori (Lodi,Torelli e Fava) che vuole mantenere un rapporto trasversale alle diverse discipline marziali conosciute, senza cadere nella banalità dei contenuti. Il programma tecnico A.I.K. non vuole obbligare le persone a studiare nuove infinite tecniche o kata, ma comprenderne al meglio i significati e quindi basare il proprio studio e insegnamento sui principi che muovono le stesse utilizzando il Kyusho come lingua universale di riscoperta di una conoscenza perduta.

La volontà e il coraggio di mettersi in gioco ha portato alla nascita della nostra Accademia, alla quale tutti i marzialisti, dotati di curiosità piuttosto che di mero spirito scettico, potranno rivolgersi per cercare le risposte che arricchiranno la propria Via.

 

Una famosa storia Zen insegna che non si può apprendere nulla senza abbandonare i propri preconcetti:

"se vuoi possiamo crescere insieme, in un clima di reciproco scambio di informazioni, ma ricorda, prima di bussare alla porta svuota la tua tazza di tè..."

 

 

Kyusho Do

VIDEO DI PRESENTAZIONE DISCIPLINE ORIENTALI UISP

 

VIDEO DISCIPLINE ORIENTALI UISP (versione lunga)

Campionato Nazionale di Judo 2018
Campionato Nazionale di Karate 2018
Formazione

Percorso per la Qualifica di Insegnante

Riccione 24/27 ottobre 2019

Il Coordinamento Nazionale delle Discipline Orientali UISP (approvato dal Settore Formazione Nazionale UISP) dal prossimo ottobre proporrà un corso nazionale per la formazione Insegnanti, per la parte comune (materie trasversali), come opportunità per i regionali in difficoltà ad organizzarlo nel proprio territorio.
La modalità della parte didattica disciplinare rimane invariata, come definita dal Settore di riferimento.

Programma e modalità

Modulo d'iscrizione

Seminario di difesa personale

A roma il 10 marzo si è svolto un seminario di difesa personale  organizzato dall ' Accademia Tai Chi Chuan Il Grande Fiume con il supporto del Comitato Lazio Sud est. Sono state coinvolte anche donne che non praticano nessun tipo di attività fisica ne tanto meno conoscono le arti marziali.  Si è lavorato su  come affrontare il problema delle violenze delle donne, sia dal punto di vista teorico che pratico, basandosi su tecniche semplici ma molto efficaci. I Maestri che hanno tenuto le tre differenti lezioni hanno saputo incuriosire e stimolare rendendo ogni tecnica illustrata fattibile e praticabile, stimolando così la voglia di approfondire l'argomento. Un seminario basato sulla leggerezza e sulla concretezza grazie a tutti i partecipanti e grazie alla sintonia tra  i Maestri Claudio Bufalini, Fabrizio Basciu e Moratti Bruna. Le quote versate sono state interamente devolute all' Associazione Telefono Rosa.

Roma 10 marzo