Settore di Attività Nazionale

Discipline Orientali

Assemblea Nazionale Elettiva d'Area - Firenze 7-8 febbraio 2009

L'Assemblea Nazionale Elettiva dell'Area Discipline Orientali della UISP si è tenuta presso l'Hotel Mediterraneo di Firenze il 7 e 8 febbraio 2009. I lavori si sono svolti con l'ampia partecipazione dei delegati, con 95 presenti su 112 aventi diritto. Il dibattito è stato ampio e articolato ed è stato arricchito da un confronto, moderato da Spartaco Bertoletti, fra il Presidente della FIJLKAM Matteo Pellicone e Franco Biavati sulle prospettive delle arti marziali in Italia.

Riportiamo di seguito il testo dell'articolo di Ivano Maiorella apparso sul n° 6/2009 di UISPNet.


Il report

Franco Biavati è stato riconfermato presidente dell'Ado-Area discipline orientali Uisp, al termine dell'assemblea nazionale che si è tenuta a Firenze il 7 e l'8 febbraio. Nella mattinata di domenica 8 febbraio si è tenuto l'atteso faccia a faccia con il presidente della Fijlkam Coni, Matteo Pellicone, moderato dal direttore di "Samurai" Spartaco Bertoletti. Titolo: “Le prospettive e lo sviluppo delle arti marziali in Italia”.

Un confronto franco e aperto, come è stato definito da entrambi i protagonisti, rispettoso della diversità dei ruoli e delle missioni reciproche, non privo di proposte convergenti. Soprattutto in tema di qualità dell'offerta sportiva e di formazione: sia Biavati, sia Pellicone hanno sottolineato la necessita di bonificare il mondo delle arti marziali e delle discipline orientali da soggetti senza scrupoli che si muovono in questo settore secondo interessi commerciali, per i quali la qualità della formazione e il ruolo del maestro non sono prioritari. Questo è stato individuato come il terreno di massima collaborazione e interesse reciproco. E' stata avanzata la proposta di una sorta di bollino di qualità e di serietà per le palestre, capace di orientare i consumatori. Soprattutto per i genitori che devono scegliere se avviare o no i propri figli a questa attività sportiva, ricca di valenze educative.

Un momento del dibattito Pellicone-BiavatiIl rapporto con la scuola è stato giudicato strategico: anche in questo caso è possibile creare sinergie tra Uisp e Fijlkam, seppure con i dovuti distinguo. Non è sfuggito ai circa 150 partecipanti all'assemblea - molti anche gli invitati - che, mentre Pellicone ha parlato di "allenare" i ragazzi, Biavati dell'Uisp metteva l'accento sull'esigenza di "formarli". "Noi - ha pecisato Biavati - abbiamo una visione più ampia: utilizzare la disciplina per migliorare le condizioni generali delle persone, in una visione di nuovo welfare. A cominciare dai bambini".

Sulla formazione dei maestri, Pellicone ha detto: "Con Biavati da tempo collaboriamo sulla formazione: la mia proposta è di lavorare insieme, Federazione ed Enti. Il maestro deve essere preparato al meglio perché negli sport di combattimento è maggiore la dipendenza tra maestro e allievo". E Biavati ha risposto: "Dobbiamo rifletterci e lavorarci sopra. Vedo due problemi prioritari: il primo è quello del diritto allo sport, il secondo quello dei contenuti. La Federazione è cambiata molto nel corso degli anni e gliene diamo atto. Per quanto riguarda l’Uisp stiamo facendo la nostra strada nella direzione della massima qualità della formazione, puntando, ad esempio, su materie come quelle del diritto allo sport, dei valori dello sportpertutti e dei suoi obiettivi. La seconda questione riguarda i contenuti: trasferiamo saperi, e i saperi non sono mai neutri. Sugli aspetti tecnici c’è una certa differenza, e anche sugli aspetti metodologici abbiamo approcci diversi. Non si può far niente? Non credo, possiamo fare molte cose insieme, come dimostra il nostro Protocollo d'intesa. La Federazione deve comprendere che gli Enti di promozione non sono tutti uguali, per storia, consistenza e ricerca della qualità. Almeno nel nostro mondo è così. Dobbiamo partire da ambiti tematici, come quello di un approfondimento della formazione di chi andrà a lavorare nelle scuole".

I documenti del Congresso

 

VIDEO DI PRESENTAZIONE DISCIPLINE ORIENTALI UISP

 

VIDEO DISCIPLINE ORIENTALI UISP (versione lunga)

Campionato Nazionale di Judo 2018
Campionato Nazionale di Karate 2018
Campionato Nazionale di Karate 2019
Campionato Nazionale di Judo 2019
Formazione

Percorso per la Qualifica di Insegnante

Riccione 24/27 ottobre 2019

Il Coordinamento Nazionale delle Discipline Orientali UISP (approvato dal Settore Formazione Nazionale UISP) dal prossimo ottobre proporrà un corso nazionale per la formazione Insegnanti, per la parte comune (materie trasversali), come opportunità per i regionali in difficoltà ad organizzarlo nel proprio territorio.
La modalità della parte didattica disciplinare rimane invariata, come definita dal Settore di riferimento.

Programma e modalità

Modulo d'iscrizione

--------------------------------------------------

Notizie dal Territorio

Judo, Tai Chi e Natura

Domenica 23 giugno, a conclusione dei festeggiamenti per i 30 anni di Judo dell’ASD Aurelio SG di Roma, i dirigenti dell’Associazione hanno organizzato per gli indomiti che continuano a resistere in palestra, una serata evento presso il Parco Natura “Volo Alto”, un’oasi naturale  a pochi chilometri dal caos di Roma. Alle 19.30, dopo aver montato il tatami, è iniziata la lezione di judo tenuta dal sottoscritto, che ha visto i  giovani allievi impegnati sia nello studio di tecniche che nel randori e, contemporaneamente, è iniziata una lezione di Tai Chi per i genitori dei judoka, tenuta dal Maestro Bruna Moratti che, oltre ad essere un ottimo insegnante di Tai Chi e Chi Kung, è una cara amica che si rende sempre disponibile e partecipa con passione a queste iniziative. Grande l’entusiasmo di tutti i partecipanti alla lezione. Alle 20.30, terminate le lezioni di Judo e Tai Chi, è iniziata la lezione di cottura della carne sul barbecue tenuta da Claudio Catenaro, Presidente dell’Aurelio SG, da Mattia Locatelli, da Andrea Saltarel e da Christian Pignocchi, tre dei genitori più attivi dell’Associazione. Terminata la cena con i dolci fatti dalle mamme, è iniziata la suggestiva visita notturna degli animali del parco, soprattutto volatili come i grifoni, le cicogne e i gufi, con la possibilità di accarezzarne alcuni come il riccio, il cincillà ecc. accompagnati da una guida che ha descritto in modo eccellente gli animali e le loro abitudini arricchendo le spiegazioni con tanti particolari interessanti e coinvolgenti. Al termine della visita abbiamo continuato a dilungarci con chiacchiere, ricordi e progetti andando ben oltre l’orario di chiusura previsto. Un ringraziamento a tutti coloro che si sono impegnati per la riuscita della serata compresi Alessandro e tutto lo staff del Parco Volo Alto per la competenza, la disponibilità e per averci sopportato fino a mezzanotte passata.                                                                                                   Claudio Bufalini