Settore di Attività Nazionale

Discipline Orientali

Il settore Karate

Funakoshi GichinIl nostro settore Karate, pur riconoscendosi nel progetto associativo dell'ADO e della UISP, fa i conti con la propria eterogeneità, specchio di una realtà, quella del Karate Italiano, frammentata, composta da una miriade di organizzazione in concorrenza o in conflitto tra loro. Una geografia in continuo mutamento, con travasi spesso frutto di logiche d'interesse personale o di gruppo, concausa importante dell'abbassamento del livello e della serietà con cui questa discipline si esprime in Italia. Pur in questo quadro difficile, siamo un punto importante quantitativo e qualitativo del Karate in Italia. Rappresentiamo un polo autonomo, libero, la cui autorevolezza è data dal livello della formazione e dalla serietà politico-associativa.

La formazione tecnica si divide nei vari stili, tutti con importanti riferimenti Tecnici.

Lo Shotokan, può contare sulla consulenza di prestigiosi Maestri esterni  ed è guidata da un Coordinamento Nazionale di Tecnici Nazionali cooedinati dal M° Caprioli Domenico. 

Il Wado Ryu si è riorganizzato coagulando varie anime di diversa provenienza tecnica, ma di innegabile competenza tecnica, coodinato dal M° Pedrali Marino. Punti di riferimento internazionali sono il M° Shiomitsu (> M° Otsuka) e il M° Suzuki.

Anche lo Shotokai, può contare su un gruppo storico di Maestri altamente competenti, coordinati dal M° Alpi. Il riferimento internazionale è il M° Hiruma.

Esistono altreì altri stili tradizionali in seno all'ADO

Il settore Karate già da alcuni anni sta svolgendo una preziosa formazione rivolta all’insegnamento delle fasce giovanili, grazie al lavoro del Prof. Massimo Davi, già responsabile della formazione dell’UISP, e operatore attento, che ha avuto il pregio non di appiccicare un sapere scientifico, ma generico alla disciplina, ma di declinarlo secondo la stessa e quindi efficacemente utilizzabile dagli insegnanti, senza successive ulteriori e difficili metabolizzazioni. 

VIDEO DI PRESENTAZIONE DISCIPLINE ORIENTALI UISP

 

VIDEO DISCIPLINE ORIENTALI UISP (versione lunga)

Campionato Nazionale di Judo 2018
Campionato Nazionale di Karate 2018
Campionato Nazionale di Karate 2019
Campionato Nazionale di Judo 2019
Formazione

Percorso per la Qualifica di Insegnante

Riccione 24/27 ottobre 2019

Il Coordinamento Nazionale delle Discipline Orientali UISP (approvato dal Settore Formazione Nazionale UISP) dal prossimo ottobre proporrà un corso nazionale per la formazione Insegnanti, per la parte comune (materie trasversali), come opportunità per i regionali in difficoltà ad organizzarlo nel proprio territorio.
La modalità della parte didattica disciplinare rimane invariata, come definita dal Settore di riferimento.

Programma e modalità

Modulo d'iscrizione

--------------------------------------------------

Notizie dal Territorio

Judo, Tai Chi e Natura

Domenica 23 giugno, a conclusione dei festeggiamenti per i 30 anni di Judo dell’ASD Aurelio SG di Roma, i dirigenti dell’Associazione hanno organizzato per gli indomiti che continuano a resistere in palestra, una serata evento presso il Parco Natura “Volo Alto”, un’oasi naturale  a pochi chilometri dal caos di Roma. Alle 19.30, dopo aver montato il tatami, è iniziata la lezione di judo tenuta dal sottoscritto, che ha visto i  giovani allievi impegnati sia nello studio di tecniche che nel randori e, contemporaneamente, è iniziata una lezione di Tai Chi per i genitori dei judoka, tenuta dal Maestro Bruna Moratti che, oltre ad essere un ottimo insegnante di Tai Chi e Chi Kung, è una cara amica che si rende sempre disponibile e partecipa con passione a queste iniziative. Grande l’entusiasmo di tutti i partecipanti alla lezione. Alle 20.30, terminate le lezioni di Judo e Tai Chi, è iniziata la lezione di cottura della carne sul barbecue tenuta da Claudio Catenaro, Presidente dell’Aurelio SG, da Mattia Locatelli, da Andrea Saltarel e da Christian Pignocchi, tre dei genitori più attivi dell’Associazione. Terminata la cena con i dolci fatti dalle mamme, è iniziata la suggestiva visita notturna degli animali del parco, soprattutto volatili come i grifoni, le cicogne e i gufi, con la possibilità di accarezzarne alcuni come il riccio, il cincillà ecc. accompagnati da una guida che ha descritto in modo eccellente gli animali e le loro abitudini arricchendo le spiegazioni con tanti particolari interessanti e coinvolgenti. Al termine della visita abbiamo continuato a dilungarci con chiacchiere, ricordi e progetti andando ben oltre l’orario di chiusura previsto. Un ringraziamento a tutti coloro che si sono impegnati per la riuscita della serata compresi Alessandro e tutto lo staff del Parco Volo Alto per la competenza, la disponibilità e per averci sopportato fino a mezzanotte passata.                                                                                                   Claudio Bufalini