Comitato Territoriale

Parma

Vivicittà, oltre 700 partecipanti alla gara podistica lungo i Boschi di Carrega

Vivicittà, oltre 700 partecipanti alla gara podistica lungo i Boschi di Carrega 

 

Vai a classifiche, foto e documenti

Si è svolta ieri la 29ª edizione della corsa più grande del mondo, organizzata da Uisp e patrocinata dalla Provincia di Parma. Una manifestazione che unisce sport, natura e solidarietà

 Parma, 15 aprile 2012 - Un successo firmato da oltre 700 partecipanti quello registrato ieri da Vivicittà, la principale gara podistica internazionale promossa da Uisp, giunta alla 29ª edizione. Nonostante il maltempo al nastro di partenza a Collecchio si sono presentanti in 474 sportivi agonisti, di cui 67 donne, e 300 podisti per il percorso non competitivo attraverso i Boschi di Carrega. Dati che testimoniano l'importanza raggiunto dalla manifestazione, registrando nell'edizione 2012 un numero superiore di iscritti per la gara agonistica, rispetto a quello dello scorso anno.

Manifestazione che non sarebbe resa possibile senza la presenza dei tanti volontari che insieme ai promotori costituiscono la vera macchina organizzativa dell'evento di cui fanno parte, oltre a Uisp, Provincia di Parma e Comuni di Collecchio, Sala Baganza e Felino, le associazione di volontariato del territorio, come Protezione Civile, ANA, Pro Loco di Sala Baganza, Avis Crocetta e Assistenza Volontaria di Collecchio-Sala Baganza-Felino a cui è andato il grazie degli organizzatori, come sottolineato da Enrica Montanini, presidente Uisp Parma: «Un grazie a tutti i volontari che si sono impegnati nella gestione e organizzazione dell'iniziativa e a tutti gli sportivi che hanno partecipato alla giornata sia come professionisti sia come semplici appassionati di sport». Pensiero ripreso anche dal responsabile dell'Agenzia provinciale per lo Sport Walter Antonini che ha precisato come «il Vivicittà è una di quelle manifestazione sportive in cui si vuole continuare a investire, perché esprime il concetto dello sport per tutti, coinvolgendo nelle diverse edizioni un numero sempre crescente di partecipanti».

Prima del via i presenti al Vivicittà hanno voluto osservare un minuto di silenzio in memoria di Piermario Morosini, il giovane calciatore del Livorno deceduto sul campo da calcio sabato scorso. Alle 10.30 tutti pronti sul nastro di partenza allestito all'Ego Village di Collecchio da cui ha preso ufficialmente il via l'edizione 2012 del Vivicittà. Gli sportivi professionisti hanno quindi seguito il tracciato agonistico su strada lungo il percorso che costeggia l'area protetta dei Boschi di Carrega, attraversando la galleria naturale realizzata dalla vegetazione pedemontana; gli iscritti al percorso non competitivo hanno invece attraversato il parco secondo il tracciato naturalistico che ha permesso di ammirare i segreti del Parco, le specie animali che vi abitano, e le bellezze ambientali come il giardino monumentale della Villa Casino dei Boschi e la storica faggeta dedicata a Maria Amalia di Bordone.

Per giungere infine all'arrivo nel centro sportivo di Sala Baganza dove era stato allestito il Viviparty Conad, il punto ristoro coperto gestito dalla Pro loco di Sala Baganza, dove sono stati anche assegnati i vari premi della gara competitiva riconosciuti al gruppo sportivo più numeroso, alle categorie maschili e a quelle femminili in base alle fasce di età. Fra i partecipanti anche nomi noti del panorama sportivo italiano come Paolo Bucci, l'ultrarunner parmigiano noto per le imprese estreme, e i ragazzi dell'Unione Italiana Ciechi e dell'associazione Va Pensiero. 

Le classifiche. Come gruppo sportivo maggiormente numeroso ha vinto l'Atletica Casone Noceto con 74 partecipanti, seguita dagli altri 9 gruppi presenti. Per la classifica maschile sono state cinque le categorie premiate: il trofeo "Marco Franzosi" è stato vinto da Walter Nadotti (Cral Tep sezione atletica); il trofeo "Smtp" è stato aggiudicato da Lyazali Adil (Atletica Casone Noceto), classe 1977, atleta che per primo in assoluto ha tagliato il traguardo dell'arrivo con un tempo di  40'57''; il trofeo "Comune di Sala Baganza" è stato guadagnato da Emanuel Marrangone (Asdc Il Castello Running); il trofeo "Comune di Collecchio" è stato vinto da Abou El Wafa Abdel Illah (Cus Parma); il trofeo "Ceramiche del Ferlaro" è andato a Ettore Marmiroli (Trc - Traversetolo Running C.). La classifica femminile prevedeva invece quattro categorie: il trofeo "Provincia di Parma" è stato vinto da Valeria Poltronieri (Circolo Minerva Asd); il trofeo "Conad" è stato aggiudicato da Katia Ronchini (Circolo Minerva Asd); il trofeo "Banca Popolare dell'Emilia Romagna" è stato vinto da Mara Fagandini (G.S. Toccalmatto); il trofeo "Iren" è stato assegnato a Raffaella Dall'Aglio (Atletica Casone Noceto). 

Promozione del territorio. Ma come ogni iniziativa della Uisp, anche il Vivicittà non è solo sport, ma anche promozione del territorio e solidarietà. A differenza degli altri Vivicittà italiani che si svolgono principalmente nei centri abitati, quello parmigiano permette di conoscere uno dei parchi più belli del territorio, i Boschi di Carrega, apprezzandone il grande valore naturalistico e invitando al contempo al rispetto per l'ambiente e allo sviluppo di stili di vita ecosostenibili. Nel pacco gara distribuito agli iscritti era infatti presente un comodo bicchiere richiudibile e riutilizzabile, da portare con sé in qualsiasi occasione, riducendo in questo modo la produzione di rifiuti. Nei punti ristoro posizionati lungo il tracciato e in quello finale erano a disposizione solo posate, piatti e bicchieri in materiali biodegradabili e l'acqua era comodamente reperibile da una fontana di acqua pubblica. 

Cooperazione internazionale. Sul fronte della solidarietà la Uisp ha invece voluto continuare il suo impegno nella cooperazione internazionale, offrendo per ogni iscritto al Vivicittà un euro a favore del progetto di promozione del dialogo e l'integrazione della comunità Palestinese, costretta a vivere in condizioni di estremo disagio nei campi profughi libanesi. Il progetto, promosso con la Cooperazione Italiana, ha permesso di organizzare nel 2011 il "Vivicittà corri per il Dialogo" sul lungomare di Saisa (Sidone), coinvolgendo in uno stesso evento bambini palestinesi e libanesi. 

Vivicittà porte aperte. Il Vivicittà non si è però completato con la manifestazione del 15 aprile. L'11 maggio nel carcere di via Burla si terrà infatti il Vivicittà porte aperte, la competizione podistica che porterà all'interno del carcere parmigiano un gruppo di atleti locali e una delegazione dell'Istituto cittadino Pietro Giordani. L'iniziativa può contare sulla preziosa collaborazione offerta dall'Azienda Usl di Parma che insieme a Uisp hanno saputo individuare nello sport un importante mezzo di integrazione e di inserimento nella società civile

Enti promotori: Uisp Parma, Provincia di Parma, Comuni di Collecchio, Felino e Sala Baganza, Ente di Gestione dei Parchi e la Biodiversità dell'Emilia Occidentale. 

Sponsor tecnici: Gazzetta di Parma, Conad Centro Nord, Iren Spa, Smtp, Tep, Gruppo AutoZatti, Ego Village, Joker Center, Valenti Premiazioni, Errea, Banca Popolare dell'Emilia Romagna, Il Colle, Ceramica del Ferlaro e Giuberti Amerio.

Erika Ferrari

Ufficio stampa Uisp Parma

Calcio

Accesso rapido alla Struttura Calcio

Ciclismo

Accesso rapido alla Struttura Ciclismo

Enjoy Trail - corsi di trail running in ambiente

Enjoy Trail

Corsi in piscina

corsi in piscina

Corsi in palestra

corsi in palestra

Corsi in ambiente

corsi in ambiente

Corsi 2018-19

corsi 2017-18

Beach Volley

beach volley parma

Portale Associazioni e Società Sportive UISP

Colegamento al Portale Associazioni UISP

Copertura Assicurativa Sportiva

Copertura Assicurativa Sportiva