Nazionale

"SportAntenne": a Vicenza si è tenuta la presentazione del progetto Uisp

Iniziativa di calcio sociale allo Stadio Menti assieme ai calciatori del Vicenza Calcio e all'associazione A.Gen.Do Onlus

 

 

Mercoledì 15 marzo si è tenuta a Vicenza la presentazione del progetto “SportAntenne”, finanziato dal Ministero dell’Interno – Fondo FAMI 2014-2020, in una location molto suggestiva per gli sportivi vicentini: il terreno di gioco dello Stadio Romeo Menti.
Nell'ambito della giornata organizzata dalla Lega Serie B “Un giorno per la nostra città – Le diversità nelle identità, superando barriere architettoniche e culturali”, alcuni giocatori del Vicenza Calcio, richiedenti asilo, minori stranieri non accompagnati e i ragazzi dell'associazione A.Gen.Do Onlus (Associazione Genitori Down) sono scesi in campo assieme per promuovere una giornata contro le discriminazioni.

Alla presenza dell'assessore alla Comunità del Comune di Vicenza, Isabella Sala, e del consigliere alle pari opportunità di Vicenza, Everaldo Dal Maso, è stato quindi presentato il progetto “SportAntenne”, che prevede la creazione di 16 presidi distribuiti sul territorio nazionale a supporto delle vittime di discriminazione razziale per favorire la prevenzione, l’emersione delle discriminazioni e la mediazione attraverso l’organizzazione di eventi sportivi. I giocatori del Vicenza Calcio, capitanati da Mister Bisoli, hanno palleggiato e giocato con i ragazzi di A.Gen.Do e con i minori stranieri non accompagnati, giunti da pochi mesi a Vicenza (seguiti dalla Cooperativa Idea Nostra), i quali partecipano settimanalmente agli allenamenti delle giovanili del Bertesinella Vi Est, senza poter però disputare le partite del campionato a causa delle restrittive norme sul tesseramento imposte dalla Figc.

Accogliendo nella propria rosa ragazzi come Carlos, Ibra e Omar, il Bertesinella Vi Est rappresenta un esempio positivo di accoglienza e di sport come strumento di superamento di barriere culturali come altrettanto positivo è il lavoro svolto da A.Gen.Do per il superamento di quelle architettoniche. Se “Un giorno per la nostra città” mostra che sono tante le discriminazioni da combattere, allo stesso tempo “SportAntenne” ed A.Gen.Do mostrano che mettendosi insieme e collaborando si possono costruire città migliori.

Chi fosse vittima o testimone di una discriminazione razziale a Vicenza o in Veneto può chiamare il 380/5963845 oppure recarsi allo sportello aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12, presso la sede provinciale della Uisp in Strada Borghetto di Saviabona 21/a.

Guarda la galleria fotografica (alcune foto sono tratte dalla pagina facebook del Vicenza Calcio)

 

gfx-hub.net

UISPRESS

FOTO

bozza_foto

VIDEO

bozza_ video

SELEZIONE STAMPA

BIBLIOTECA UISP

GIORNALE RADIO SOCIALE