Comitato Territoriale

Cagliari

Crescere giocando con l'Uisp nei Centri Estivi Multisport

Giovedì 13 maggio si è tenuto l'incontro con oltre cento operatori e dirigenti Uisp. Parlano T. Pesce, M. Di Gioia, P. Alfano, P. Minocchi, S. Farina, A. Crociani.

 

I Centri Estivi Multisport, come già accaduto lo scorso anno, rappresentano per l’intera rete associativa Uisp una importante occasione di ripartenza. Tiziano Pesce, presidente nazionale Uisp, ha introdotto l’incontro con circa cento operatori e dirigenti Uisp, che si è tenuto nel pomeriggio di giovedì 13 maggio, in modalità on line: “Non siamo ancora fuori dalla crisi pandemica anche se ci sono segnali positivi e l’Uisp è chiamata ad essere ancor di più punto di riferimento socio-educativo per tantissime comunità territoriali. Come tutti sappiamo, bambini e ragazzi sono stati e sono fortemente ‘sacrificati’ in questi lunghi mesi e i Centri estivi saranno un passaggio fondamentale per la ripresa di tutta la nostra attività, anche per l’attenzione del governo attraverso il Piano estate e quella dei ministeri dell’Istruzione e delle Pari opportunità e Famiglia. E’ importante per l’Uisp agire consapevolmente come associazione di promozione sociale e sportiva, per far ripartire le attività in sicurezza sul territorio, attraverso un lavoro articolato di coprogettazione e coprogrammazione con istituzioni, scuola, reti associative. Si tratta di un primo banco di prova che impegnerà l’associazione a livello nazionale, regionale e territoriale, come abbiamo detto anche nel nostro recente Congresso”.

Nel corso del webinar sono stati affrontati i vari aspetti riguardanti la formazione degli educatori, la Policy Uisp per la tutela dei minori, gli aspetti assicurativi e il kit che verrà messo a disposizione di ogni Centro Estivo Multisport Uisp, con corredo grafico coordinato e il “Gioco dell’alce”.
Michele Di Gioia è partito dai numeri che l’Uisp ha messo in campo lo scorso anno in tutta Italia, con 20.000 bambini e adolescenti coinvolti in oltre 100 Centri attivati dal nord al Sud Italia. “L’esperienza che abbiamo maturato – ha proseguito - deve diventare sempre più esperienza comune dell’intera Uisp, un laboratorio vivente di buone pratiche a partire dalla Policy Uisp per la tutela dei minori, che l’Uisp con Save the Children sta adottando dal 2013. I Centri Uisp sono presidi educativi che si alimentano di differenze e peculiarità territoriali: il nostro obiettivo deve essere quello di mettere in rete competenze ed esperienze comuni. Vogliamo riprendere il seme che abbiamo lanciato lo scorso anno, con un contest per raccontare i bisogni dei bambini nelle città. Nel modo in cui sarebbe piaciuto a Gianni Rodari, nel centenario della nascita, liberando la fantasia e immaginando spazi urbani diversi. Abbiamo cercato di creare un’interazione tra politiche Uisp e la creazione di spazi di attività: diritti, inclusione, ambiente, politiche educative. Quest’anno puntiamo sulla fantasia per raccontare i segnali della ripresa. E faremo un ulteriore importante passaggio, rimettendo al centro la Policy per la tutela dei bambini e gli adolescenti, per assicurare loro un ambiente sicuro, con adeguati comportamenti da seguire da parte di operatori, educatori e dirigenti: una visione condivisa dell’associazione per rendere i Centri estivi una eccellenza Uisp sul territorio e prevenire i rischi che vengono percepiti dalle famiglie verso i luoghi di sport, come ci dice una recente ricerca di Save the Children”.

Andrea Crociani, Client Manager Marsh, partner Uisp, ha affrontato il tema della sicurezza dei Centri Estivi Multisport Uisp ed ha illustrato nel dettaglio la copertura assicurativa integrativa, per bambini e accompagnatori, che coprirà rischi ed eventuali infortuni e fornirà anche una serie di garanzie a corredo.

Patrizia Minocchi, direttrice SE-Sport Europa, ha presentato i due partner che affiancheranno l’Uisp nell’organizzazione dei Centri Estivi, Marsh e Alce Nero. “Abbiamo con loro un rapporto di fiducia che ci vede affiancati nello stesso percorso: condividere i valori della sostenibilità e della sicurezza. Gioco, sana alimentazione, movimento: questo è il percorso mentale che ci ha aiutati a realizzare alcuni strumenti informativi e di socialità, tra i quali un’immagine coordinata, un volantino, un adesivo e il “Gioco dell’alce” con 50 ‘caselle parlanti’ che orienteranno piacevolmente i giovani giocatori ad assimilare buone abitudini quotidiane. Inoltre Alce Nero sarà presente in alcune città mettendo a disposizione prodotti alimentari biologici”.

“I Centri Estivi rappresentano un’opportunità di crescita attraverso la pratica polisportiva e il gioco – ha detto Patrizia Alfano, vicepresidente nazionale Uisp – per questo è importante affinare ulteriori competenze e la formazione di operatori ed educatori che sono impegnati nei Centri Estivi Uisp. I contenuti di formazione sono relativi alla Policy e al Piano di educatore Multisport contenuto nel Piano formativo del Sda Ginnastiche Uisp. I formatori sono scelti con cura, sia all’interno dell’Uisp, sia all’esterno, anche in collaborazione con facoltà universitarie di Pedagogia, Psicologia, Medicina e altre, che già collaborano con l’Uisp in varie città”.

"I Centri estivi sono importanti - ha proseguito Patrizia Alfano - i tempi e le stagioni accompagnano la crescita dei bambini e delle bambine, l'estate è il momento della spensieratezza, della vita all'aria aperta, del gioco, delle nuove relazioni, aspetti importanti sia dal punto di vista della salute che della formazione. L'Uisp organizza da sempre la formazione dei propri educatori multisport dei centri estivi, in questo momento si stanno svolgendo e sono in programma molti corsi che vengono realizzati seguendo il nostro piano formativo nazionale. Ai corsi si aggiunge l’elaborazione e l’aggiornamento costante dei programmi, alla luce dei cambiamenti sociali e del confronto costante con esperti che si occupano d’infanzia, di bambine e bambini. Il nostro obiettivo è portare i nostri educatori multisport qualificati a incontrare esperti che si occupano dei vari aspetti della vita dei bambini e delle bambine in questo particolare momento, per acquisire conoscenze e competenze. Stiamo programmando un importante momento di aggiornamento nazionale su alcuni temi: principi di prevenzione epidemiologica, procedura di gestione delle criticità, come affrontare la condizione psicologica dei bambini conseguente ai lockdown e alla limitazione del gioco libero e del contatto, dal maternage all’educazione nei Centri estivi post-covid. Con Save The Children affronteremo i temi della Policy per la tutela dei minori, che insieme abbiamo redatto".

Salvatore Farina, responsabile delle Politiche Uisp per il Terzo settore, ha illustrato varie opportunità per intercettare sostegni pubblici sul territorio a partire dalle caratteristiche educative, sportive e sociali dei Centri, che “rappresentano un terreno concreto di coprogettazione e coprogrammazione con le istituzioni, anche per diventare attori dei Patti educativi di comunità e dei bandi pubblici nei quali la parola sport e attività motoria è più presente rispetto al passato. E’ necessaria una capacità di interagire con scuole ed enti locali, costruire relazioni sulla base della sussidiarietà orizzontale, principio contenuto nell’articolo 118 della Costituzione”.
L’Uisp sul territorio è pronta a dare il via ad una nuova stagione di Centri Estivi Multisport, con l’entusiasmo e la qualità di sempre. Con qualche aspettativa in più: poter ripartire verso una nuova normalità, dei quali tutti abbiamo bisogno, in modo particolare bambini e adolescenti. E il loro diritto al gioco. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono presenti sul sito nazionale Uisp e sui singoli siti internet dei Comitati territoriali e regionali Uisp. (I.M.)

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
CONTATTI E RIFERIMENTI

 

RESPONSABILE DI AREA
Politiche Educative e Giovanili
Martina Carta
 
CONTATTI PER I GENITORI
Segreteria
  • Sede di Cagliari - da giugno ad agosto, lunedì-venerdì: 16:00-19:30
  • Sede di Carbonia - da giugno ad agosto, lunedì-venerdì: 15:30-18:30
Telefono
  • Responsabile: 329.693.9145 nei seguenti orari: lun + ven dalle 11.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.30 / mar + giov dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 19.00 
  • Cagliari: 328-6415477 (anche WatshApp) orari ufficio di segreteria
  • Carbonia: 0781.674.194 orari ufficio di segreteria
E-mail: