Comitato Territoriale

Roma

Corpo e mente: l'attività che porta all'equilibrio personale

Insieme ad Augusto Catalani e Marco Capoccetti Boccia abbiamo visto l’evoluzione e il cambiamento delle discipline orientali.

 

Il quinto appuntamento #UispRomaTv è stato dedicato alle discipline orientali organizzate dall’Uisp Roma. Augusto Catalani, coordinatore discipline orientali Uisp Roma, ha delineato la storia di queste attività e la loro evoluzione nel corso del tempo, mentre con Marco Capoccetti Boccia, istruttore Kung Fu e Tai Chi Uisp Roma, abbiamo affrontato il tema della riorganizzazione delle discipline di fronte all’emergenza sanitaria mondiale e fatto un focus sul ruolo dell’insegnante e sugli obiettivi che si propone.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

Le discipline orientali comprendono tutte quelle attività con metodi di allenamento psicofisico di origine asiatica, sia che siano rivolte alla lotta e al combattimento che alla meditazione. Tutte si fondano su principi teorici analoghi e sulla ricerca dell’equilibrio tra corpo e mente. Come sono cambiate nel corso del tempo? “Negli anni – afferma Augusto Catalani – nell’ambito delle discipline orientali Uisp si sono aggiunte diverse attività. Tutto nasce negli anni 70’ con il settore Judo. Subito dopo è arrivato il Karate e successivamente l’aikido e il jujutsu. Nei primi anni 2000 infine si sono aggregate tutte le discipline di origine cinesi come il tai chi e il kung fu”.

Di fondamentale importanza per le discipline orientali Uisp è la formazione, dove l’obiettivo principale per l’insegnante è quello di essere un educatore. Una delle finalità delle discipline orientali è trasmettere la conoscenza del corpo perché troppo spesso nelle scuole questo aspetto è dimenticato o trattato in maniera superficiale. “Conoscere il corpo significa - spiega Marco Capoccetti Boccia – imparare a muoverlo in maniera consapevole e attenta. Come insegnante mi interessa sviluppare e accendere il fuoco della passione per le arti marziali. Bisogna insegnare anche il rispetto verso i compagni e le compagne di allenamento, la solidarietà e l’aiuto reciproco”. Un lavoro tra culture ed etnie diverse quindi che si incontrano e che attraverso il linguaggio comune del corpo possono migliorare la crescita relazionale tra le persone.

L’emergenza mondiale sanitaria ha colpito il settore delle discipline orientali che è stato costretto a trovare soluzioni alternative e ad adeguarsi alle normative vigenti. “L’impatto della pandemia è stato forte – sottolinea Augusto – sia per gli insegnanti, soprattutto per quelli che ne hanno fatto una professione, e anche per il settore Uisp. Nella stagione 2019-20 era partita la programmazione con molti appuntamenti dedicati al karate e al judo. La pandemia ha troncato di fatto tutte le attività che erano in corso e che avevamo in mente di avviare, portandosi dietro diverse conseguenze”.

Alcune discipline sono continuate con corsi online, altre invece si sono fermate. Di grande aiuto sono stati anche i video tutorial di esercizi che hanno permesso alle persone di proseguire l’attività fisica nonostante il lockdown. “Alla ripresa di settembre ci è sembrato che la situazione si fosse nuovamente normalizzata (dopo il primo stop di marzo) – continua Augusto - ma la cosa purtroppo è durata poco”. Tra l’altro molti ragazzi e ragazze hanno avuto paura di rientrare in palestra o riiniziare le attività in gruppo. “Con la ripresa dei campionati nazionali diamo la possibilità di fare sessioni di allenamento, ma alcuni allievi hanno deciso di non tornare o per problemi didattici o per paura proprio del momento”.

Le discipline orientali insegnano l’arte della flessibilità e la capacità di adattarsi alla situazione. “Ci aspettano mesi – conclude Marco – di bella stagione ed è il caso di tornare in sicurezza a praticare all’aria aperta perché è la cosa più sana che si può fare per il nostro corpo e per la nostra mente”.

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

A causa del perdurare dell'emrgenza sanitaria Covid-19, l'accesso alla sede Uisp Roma di viale Giotto 16 è consentito esclusivamente su appuntamento, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:30 alle 13:30 e dalle 14:00 alle 16:00.

Per fissare un appuntamento è possibile contattare la nostra segreteria chiamando lo 065758395, oppure scrivendo a roma@uisp.it.

Vi ricordiamo, infine, che tutte le informazioni e le circolari riguardanti l'emergenza sanitaria in corso, sono pubblicate sulla piattaforma di servizi per le società ed associazioni sportive Uisp all'indirizzo http://areariservata2.uisp.it.

 

Assicurazione Marsh - UISP

Piattaforma di Servizi per ASD e SSD

Impianto Sportivo Fulvio Bernardini

Uispress

Pagine UISP

Selezione Stampa