Comitato Territoriale

Roma

Corri con Stefano 2017: la corsa di Stefano Cucchi continua

Quella che si è svolta domenica 1° ottobre a Roma, al Parco degli acquedotti, è stata una festa per ricordare Stefano Cucchi nel giorno del suo compleanno. L’UISP Roma e l’associazione Stefano Cucchi hanno organizzato il terzo memorial “Corri con Stefano” proprio nel giorno in cui il giovane avrebbe compiuto 39 anni. “Otto anni fa in questo luogo iniziava il calvario di mio fratello – ricorda Ilaria Cucchi, sorella del giovane morto dopo alcune notti di arresto - Lo vogliamo ricordare qui, in questi luoghi, ma con un sorriso: infatti il memorial si svolge nel giorno del compleanno di Stefano non in quello della sua morte. Questa iniziativa nasce perché ci piace pensare che da allora, con il suo sacrificio e attraverso il nostro percorso, si possa dar voce a tutti gli altri “nessuno” di cui non si sente mai parlare”.

L’UISP Roma è da sempre al fianco di questa battaglia, attraverso il linguaggio che meglio conosce, l’attività motoria che coinvolge i cittadini in prima persona: “Il rapporto tra sport e diritti è un elemento costitutivo, statutario nel DNA dell’UISP, qualsiasi tipo di diritto negato, anche il diritto alla verità quando riguarda la vita di una persona su cui sono state raccontate tante menzogne”, ha detto Gianluca Di Girolami, presidente UISP Roma.

GUARDA IL VIDEO 

Moltissime le persone accorse per testimoniare la vicinanza alla causa portata avanti in tutti questi anni dalla sorella di Stefano: “Siamo caduti e ci siamo sempre rialzati ed oggi ci prepariamo ad iniziare un nuovo processo – ha proseguito Ilaria - nessuno ci avrebbe mai scommesso quando si parlava di morte naturale, o di un processo che non si doveva nemmeno celebrare, invece oggi siamo qui e il 13 ottobre ripartirà un nuovo processo, in cui gli autori di quello che è stato finalmente riconosciuto come un violentissimo pestaggio saranno chiamati a rispondere delle azioni. È stata una corsa contro tutto e tutti, all'inizio eravamo da soli poi siamo diventati sempre di più e adesso siamo quel fiume di gente che ogni anno viene qui al parco degli acquedotti e per questo un grazie va soprattutto all'organizzazione fantastica da parte dell’UISP che si unisce simbolicamente alla nostra battaglia”.

Le magliette dei partecipanti alla corsa avevano un’illustrazione e lo slogan “Corri Stefano corri”: “È un segno di vita – conclude Di Girolami - la corsa per noi è un modo di affermare il diritto alla libertà, anche nel rapporto tra corpo e spazio. Quando un corpo, come quello di Stefano, ha subito violenza e la negazione di un diritto, riaffermarlo con uno slogan ci aiuta a guardare verso la vita negata. La nostra manifestazione vuole ricordare la vita di Stefano e non solo la morte”.

Dal punto di vista prettamente sportivo, la vittoria nella gara competitiva è andata ad Ahmed Mohamed di Runners For Emergency negli uomini e ad Elisa Palamara, ACSI Campidoglio Palatino, campionessa in carica di Corri per il Verde, nelle donne. A giungere in testa alla non competitiva sono stati, invece, Ruben Paolucci e Benedetta Antonelli. QUI la classifica completa della prova di 6 chilometri.

A causa di un problema tecnico alle linee telefoniche i numeri fissi degli uffici di viale Giotto sono momentaneamente indisponibili. Sono comunque attivi i numeri di cellulare: 3408214742 e 3408212353.

Ricordiamo inoltre che per tutte le informazioni sono attive le caselle email istutuzionali roma@uisp.it e tesseramento.roma@uisp.it.

Ci scusiamo per il disagio.

 

Assicurazione Marsh - UISP

Servizi per le Associazioni e le Società Sportive

Impianto Sportivo Fulvio Bernardini

Uispress

Pagine UISP

Selezione Stampa