Comitato Territoriale

Roma

Sport, il grande alleato per sconfiggere il razzismo

Insieme a Fernando Fracassi, responsabile comunicazione dell’Unar, abbiamo visto l’impatto concreto che può avere lo sport.

 

In questo secondo appuntamento speciale dell’#UispRomaTv organizzato per la XVII settimana d’azione contro il razzismo promossa da Unar, è stata posta grande attenzione all’impatto dello sport per sconfiggere le discriminazioni. Insieme a Fernando Fracassi, responsabile comunicazione dell’Unar, si è analizzato l’andamento della XVII Settimana d’azione contro il razzismo e gli obiettivi che persegue l’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali. Spazio anche a Fabrizio Federici, consigliere comitato Uisp Roma, e al sociologo Davide Valeri per raccontare del progetto Uisp Roma “Filo spinato. Il diritto al movimento tagliando stereotipi e confini”.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE

L’Unar è nato a seguito di una direttiva Europa del 2000 che indicava a tutti gli stati membri di costituire un ufficio contro le discriminazioni razziali. Attualmente l’ufficio è sotto il Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’ufficio vive di una propria autonomia per le azioni che riguardano l’attività antidiscriminatoria. “È costituito da una parte di accoglienza – esordisce Fracassi – data da un numero verde e un contact center. Qua vengono raccolte segnalazioni da operatori esperti del settore che seguono un iter specifico nel caso ci fosse vera e propria discriminazione. In più c’è la parte di promozione che racchiude tutte le attività di sensibilizzazione che noi portiamo avanti attraverso le campagne di comunicazione. Rafforziamo inoltre la campagna di sensibilizzazione grazie alla partecipazione a bandi europei che ci permettono di fare delle attività”.

Quest’anno l’Unar è arrivata alla diciassettesima settimana d’azione contro il razzismo. Sono stati 38 i progetti presentati dalle associazioni per questa speciale occasione. “Quest’anno c’è un fattore molto importante – continua Fracassi – quello dell’emergenza sanitaria che ha fatto emergere una voglia di continuare a impegnarsi su questo tema. Noi abbiamo accompagnato le associazioni per quanto riguarda la diffusione dei contenuti sui media e devo dire che c’è stato un ottimo riscontro. Questa campagna si inserisce in quella partita già un anno fa con la Lega Calcio per cercare di contrastare le discriminazioni”. Keep racism out, il motto della settimana, significa proprio tirare fuori il razzismo in tutte le realtà sportive e non solo dal calcio. In queste ultime settimane c’è stato un grande coinvolgimento da parte delle associazioni che hanno fatto un ottimo lavoro per presentare i diversi progetti. “La società deve cercare, attraverso lo sport e la scuola, di allargare queste iniziative per veicolare questo tipi di messaggi positivi”.

“Filo spinato. Il diritto al movimento tagliando stereotipi e confini”. Il progetto dell’Uisp Roma parte dall’evocativa immagine del filo spinato, uno strumento usato per dividere materialmente le persone e che a volte è presente dentro di noi, quando usiamo gli stereotipi per allontanare le persone. “L’idea nasce da una mia immagine adolescenziale – spiega Federici – quando abbiamo letto il bando di Unar la mia mente è tornata a quando i miei genitori mi hanno portato in vacanza e abbiamo visitato il campo di concentramento di Mauthausen. L’immagine di questa fortezza con muri importanti e una vista infinita di fil di ferro è rimasta sempre nella mia memoria. Crescendo l’ho ritrovato in altre occasioni e quindi questa immagine dei fili spinati come separazione mi sembrava proprio l’ideale per dare il titolo a questo progetto importante come questo”.

GUARDA L’ANTEPRIMA DEL PROGETTO UISP

Filo spinato come simbolo di separazione tra ciò che è dentro e ciò che è fuori. “Il filo spinato è uno strumento di dominio. Uno strumento che un potere utilizza per stabilire una divisione tra popoli e persone, una separazione netta tra chi ha diritto a muoversi e chi questo diritto lo subisce – spiega Valeri – il filo spinato incarna tutti quei valori che in qualche modo l’Uisp contrasta. Sono convinto che nella nostra società ci sia troppa esclusione oggi e in questo caso il filo spinato è un simbolo ancora importante perché è un simbolo universale e di conseguenza è ancora usato”.

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

A causa del perdurare dell'emrgenza sanitaria Covid-19, l'accesso alla sede Uisp Roma di viale Giotto 16 è consentito esclusivamente su appuntamento, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:30 alle 13:30 e dalle 14:00 alle 16:00.

Per fissare un appuntamento è possibile contattare la nostra segreteria chiamando lo 065758395, oppure scrivendo a roma@uisp.it.

Vi ricordiamo, infine, che tutte le informazioni e le circolari riguardanti l'emergenza sanitaria in corso, sono pubblicate sulla piattaforma di servizi per le società ed associazioni sportive Uisp all'indirizzo http://areariservata2.uisp.it.

 

Assicurazione Marsh - UISP

Piattaforma di Servizi per ASD e SSD

Impianto Sportivo Fulvio Bernardini

Uispress

Pagine UISP

Selezione Stampa