Settore di Attività Nazionale

Subacquea

34° STAGE DI IMMERSIONE SOTTOGHIACCIO

34° STAGE DI IMMERSIONE SOTTOGHIACCIO

Lago Santo Modenese 7 e 8 marzo 2020

Lo Stage Nazionale è arrivato alla sua trentaquattresima edizione; l’avventura iniziata sul Lago di Cei nei pressi di Rovereto ha ormai trovato la location ideale dove continuarequesta iniziativa in quanto, negli ultimi anni, il ghiaccio non è mai mancato! In occasione dell’otto marzo non mancherà uno spazio dedicato alle subacquee,

Anche quest’anno lo Stage si tiene sul Lago Santo Modenese che si trova in una situazione incantevole, facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto, in un ambiente incontaminato che si offre anche ad escursioni e trekking con le ciaspole e ad altre iniziative immersi nella natura.

Il Lago Santo Modenese, incastonato tra le montagne dell'Appennino Centrale del Parco del Frignano, è posto a 1501 mt di altitudine ed è raggiungibile da Pievepelago seguendo le indicazioni del paesino di Tagliole, è il maggior lago naturale dell'Appennino modenese ed il secondo dell'intero Appennino settentrionale: ha un perimetro di 1250 m, una lunghezza ci circa 550 m e la sua superficie misura 58.000 m2 mentre la sua massima profondità è di circa 20 metri ed è riscontrabile nel settore sottostante la parete del Monte Giovo; il suo invaso è di circa 450.000 m3 .

I subacquei della UISP si incontreranno nuovamente all’insegna dell’avventura e non solo, due giornate intense da vivere nello spirito aggregativo che da sempre ci contraddistingue. Due giornate insieme, all’insegna della tecnica subacquea e dell’allegria, con la partecipazione dei nostri gruppi sommozzatori della Protezione Civile.

Ritrovo quindi da sabato 7 marzo, al parcheggio per trasportare le attrezzature e raggiungere il Lago e i Rifugi con pochi minuti di cammino. Per gli amanti del trekking è possibile effettuare una ciaspolata sui sentieri circostanti ed osservare la magia del tramonto opportunamente accompagnati dalle Guide Ambientali Escursionistiche del luogo. I meno avventurosi potranno, durante le operazioni di preparazione, assistere al taglio del ghiaccio per preparare le buche dove si effettueranno le immersioni e sarà possibile, per i curiosi, ascoltare la spiegazione della parte organizzativa e della gestione dell’immersione sottoghiaccio.

La mattina seguente, dopo il briefing, le immersioni si potranno praticare con autorespiratore ad aria o in apnea verticale e/o orizzontale e dureranno per l’intero arco della mattinata; al termine tutti i partecipanti si ritroveranno per il pranzo ufficiale al Rifugio Vittoria, durante il quale vi saranno i saluti da parte degli amministratori e dei dirigenti UISP, con la consegna a tutti degli attestati di partecipazione.

 

L’immersione si svolgerà in totale sicurezza, grazie alla presenza sotto la superficie ghiacciata di un sistema di sicurezza che permetterà ai subacquei di scivolare sotto la coltre ghiacciata ma soprattutto di ritrovare la via del ritorno; sarà importante imparare le procedure di comportamento per un eventuale incidente, modalità da tenere per i sistemidi ricerca, se ce ne fosse bisogno, che si attuano in questo particolare contesto; saranno presenti alcuni gruppi di sommozzatori volontari della Protezione Civile per approfondire l’addestramento individuale.

 

scarica qui programma e modalità di parftecipazione

 

scarica qui la locandina