Comitato Territoriale

Milano

Porte aperte nelle carceri con Uisp

L’esperienza della Uisp all’interno delle carceri risale a più di 30 anni fa, quando in numerose città (tra le quali Milano) sono iniziati diversi corsi e attività sportive rivolte ai detenuti, grazie alle quali sono entrati, all’interno degli istituti penitenziari coinvolti, svariati tecnici ed educatori sportivi dei Comitati Uisp. Parallelamente hanno preso il via le prime manifestazioni sportive con la partecipazione di detenuti, personale penitenziario ed atleti esterni.

La Uisp in questi progetti ha sempre avuto l’obiettivo di portare lo sport, in qualità di strumento di benessere psicofisico, ricreativo e educativo, all’interno di situazioni di forti tensioni come quelli delle carceri.

A Milano la Uisp in questo momento è attiva nelle carceri di Bollate, Beccaria e Opera, oltre al CPA Centro di Prima Accoglienza. Ogni anno vengono coinvolti circa 1000 atleti carcerati in diverse discipline sportive, tra le quali tennis, calcio, nuoto, corsa e tennis tavolo.

A coordinare le attività per la Uisp Lombardia è Renata Ferraroni, la quale è dal 1990 che segue progetti sportivi con la Uisp all’interno delle carceri.

“In quasi 30 anni di attività negli istituti penitenziari ho avuto molte soddisfazioni dagli atleti che siamo riusciti a coinvolgere, - spiega Renata Ferraroni - ma l’importanza del lavoro che stiamo svolgendo lo percepisco ogni anno maggiormente. E non solo dagli atleti. Siamo infatti sempre più considerati parte integrante delle attività dalle direzioni delle carceri, siamo coinvolti in numerose riunioni e da questo capiamo come il nostro lavoro sia fondamentale per il benessere dei detenuti e come esso sia riconosciuto dagli istituti dove operiamo.”

DOVE SIAMO