Comitato Territoriale

Roma

Ginnastica Artistica: come l’amicizia e il gioco di squadra battono l’agonismo

Non essere sole, dar manforte alle compagne e fare gioco di squadra. Questi gli ingredienti principali della Ginnastica Artistica Uisp.

Nessun astio, nonostante la sfida. L’ambiente Uisp è questo in semplici parole. Il mondo dell’agonismo ha solo da imparare da questi messaggi lanciati dal mondo della Ginnastica Artistica, protagonista la prossima domenica con la prima prova della Primavera Cup. Questa iniziativa è una gara promozionale a squadre che vedrà la partecipazione di molte società e avrà oltre 500 atlete impegnate.

Con l’occasione, l’Uisp ha intervistato Federica Bona, Uisp Roma in vista del grande evento che si terrà il 9 febbraio presso il Palazzetto dello Sport di Frascati.

La prima prova della Primavera Cup vedrà una grande partecipazione da parte di atlete, società e genitori: “Questa grande partecipazione è il frutto di un intervento svolto in maniera continuativa nel corso degli anni. Grazie alla responsabile che ho avuto all’epoca, protagonista di un grande lavoro, le società ora si sentono a casa. L’affluenza è dovuta – afferma Federica Bona – per via del livello tecnico perché la Uisp è un ente che fa gareggiare tutti i tipi di ginnaste, dalla più piccola alla più esperta e dà modo su tutti i fronti di disputare una gara a un ottimo livello tecnico. Ma è soprattutto l’ambiente, in cui sembra di stare a casa, che invoglia le istruttrici e le società a mantenere la partecipazione così numerosa nelle nostre gare”.

Le atlete che prenderanno parte alla prova di domenica prossima, hanno una preparazione diversa in base soprattutto alla struttura dove si allenano: “Gli allenamenti variano dalle società che partecipano. A variare soprattutto è la preparazione. C’è la ragazza che si allena all’interno della scuola con attrezzature basiche, quella che invece ha una palestra attrezzata e si allena con ginnaste che gareggiano anche a livelli alti”. Le società che prendono parte alla Primavera Cup quindi hanno strutture diverse e metodi di allenamento differenti ma allo stesso tempo, come spiega Federica Bona, la Uisp riesce a far competere tra loro tutte le atlete, questo grazie anche a tutti gli istruttori che sono validi e riescono con il proprio lavoro a portare ginnaste preparate per le gare.

La responsabile Ginnastica Artistica Roma ci ha poi spiegato come è organizzato l’evento di domenica 9 febbraio: “La gara di Frascati è la prima prova del promozionale. Questo settore si divide in Primavera Cup a squadre, dove mettiamo anche le MiniGym, – percorso creato per bambine tra i 2 e i 4 anni - il campionato promozionale individuale e poi tutto il settore agonistico. Nella giornata di domenica le società porteranno le ginnaste, che svolgeranno un esercizio al trampolino, un esercizio alla trave e poi un corpo libero in collettivo dove le ragazze dovranno muoversi in sincrono eseguendo un balletto organizzato dalle società”.

Molto diffusa è la ginnastica agonistica, ma si va a perdere l’origine delle ginnaste: “Le ginnaste non diventano agonistiche dalla nascita, iniziano con il promozionale e passano per diversi step. Il settore promozionale di un qualsiasi sport, che sia la ginnastica, il calcio o il nuoto, è fondamentale”. L’importanza dello sport, dello stare in gruppo passa dallo sport promozionale che forma gli atleti. La Uisp crea i collettivi e la sintonia tra le atlete: “Non essere da sola, dare manforte alle compagne, fare gioco di squadra. Il passo successivo è quello di apprendere il più possibile per poi, un domani, diventare una ginnasta individuale. È  fondamentale però l’aspetto promozionale degli sport perché ti forma a 360 gradi. È una cosa molto bella anche per i genitori e si percepisce anche tra le società. Queste di solito si sfidano e sono in competizione. Qui, per quanto stiano gareggiando contro, vedi il gioco di squadra da parte di tutte le ragazze: la bimba di una società che gioca con un’altra, ci parla e ci scherza. Non c’è l’astio comune dell’agonismo nonostante la sfida”.

Amicizia tra le partecipanti e il clima che si crea, dove le ragazze si tifano a vicenda, sono i principi che anche l’agonismo, nelle competizioni quotidiane, dovrebbe avere. (di Sergio Pannocchia)

 

Assicurazione Marsh - UISP

Servizi per le Associazioni e le Società Sportive

Impianto Sportivo Fulvio Bernardini

Uispress

Pagine UISP

Selezione Stampa