Comitato Territoriale

Arezzo

MEMORIAL "BRUNO BEATRICE"

Ricordare per non dimenticare

Bruno Beatrice, giocatore importante del calcio professionistico italiano degli anni ’70 – primi anni ’80, fece il solito percorso di tanti giovani di buone potenzialità, che tengono un sogno nel cassetto: diventare calciatore professionista di successo. Una bella carriera la sua, inizia nelle giovanili dell’Inter, per poi passare prima alla Solbiatese e seguire Arezzo ‘71/’72, Ternana, Fiorentina dal ‘73 al ‘76, Cesena, Taranto, Siena ‘81/’83 e Montevarchi. Nella Fiorentina fu mediano di qualità e quantità, grazie alla sua esuberanza fisica, fu il motore del centrocampo, pedina fondamentale e di sostegno di grandi giocatori di quella Fiorentina, quali Antognoni, Merlo, Caso, Desolati; lui era il collante tra questi grandi giocatori offensivi e una difesa ben equilibrata Roggi, Guerrini e Galdiolo. Nel ‘74/‘75 proprio con la Fiorentina vinse la Coppa Italia. Terminata la carriera da giocatore, partecipò al corso da allenatore a Coverciano, ma una leucemia linfoblastica acuta non gli dette scampo; morì ad Arezzo nel 1987.

Memorial fortemente voluto dal figlio Alessandro. Pensare che questo evento commemorativo, di una grande persona, nonché un grande calciatore è stato possibile organizzarlo solo 26 anni dopo la sua morte, qualche interrogativo lo pone. Beatrice è da considerarsi un aretino; in questa città ha giocato, si è sposato e ci ha vissuto fino alla morte che lo ha strappato a soli 39 anni dall’affetto della moglie e dei figli.

Prendi visione delle varie edizioni:

 

Assicurazione e Denuncia Sinistri

Convenzioni Medico Sportive

Piattaforma Società

Modulistica

Sponsor Uisp Arezzo