Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Il Trofeo delle regioni

Al Trail del Falterona di domenica 10 giugno il percorso da 35 chilometri sarà valido come prova unica per il Trofeo delle Regioni. Intervista a Gianluca Di Meo, trailer e selezionatore per la Uisp Emilia-Romagna
di Francesco Mazzanti

BOLOGNA – Domenica 10 giugno ci sarà la nona edizione del Trail del Falterona, una gara di trail running sulle montagne in provincia di Arezzo, proprio dove nasce il fiume Arno e a due passi (di corsa, ovviamente) dall'Eremo di Camaldoli. L'evento è organizzato dal Trail Running Project e prevede due percorsi, uno da 35 chilometri (con dislivello positivo di 1800 metri) e uno short da 12 chilometri (con dislivello positivo di 700 metri). Ma quest'anno c'è qualcosa in più: il tracciato da 35 chilometri sarà prova unica valida per il campionato nazionale Uisp e come Trofeo delle regioni. Abbiamo parlato con Gianluca Di Meo, trailer e selezionatore della squadra emiliano-romagnola, per chiedergli lo stato di salute e di forma del team della nostra regione. 

In che cosa consiste la manifestazione Gianluca? Come si presenta la squadra dell'Emilia-Romagna?
"Questa è la seconda edizione del Trofeo delle regioni: ci sono le varie squadre regionali che schierano le loro formazioni, composte sia da uomini che da donne. L'anno scorso l'Emilia-Romagna ha vinto il maschile, il femminile e anche il combinato. Siamo i campioni in carica".

Cosa significa essere selezionatore? Come hai svolto il tuo lavoro?
"Il mio lavoro è stato quello di visionare in questi mesi tutti gli atleti. Ci ho parlato per sapere i programmi, i loro stati di forma, e per assicurarmi che sarebbero arrivati a giugno in forma. Alcuni atleti, infatti, a marzo erano in forma ma a giugno erano stanchi. Durante il Trail della Riva, che valeva come prova regionale, ho verificato la condizione ma ho voluto anche parlare con gli atleti, soprattutto per verificare la loro esperienza fuori regione".

Cosa ti aspetti dalla squadra quest'anno? Riuscirete a confermare il titolo?
"Sicuramente sui risultati speriamo di confermare quello che abbiamo fatto di buono al Bucamante, anche perché sia Christian Mainini, il responsabile atletica Uisp Emilia-Romagna, che la Uisp ci hanno investito molto. La cosa principale per me è dare dimostrazione di uno sport pulito e rispettoso delle regole. E, anche se mancano i due atleti vincitori dello scorso anno, la squadra è comunque fortissima e sarà in grado di lottare per il risultato".

FuoriArea.Net

Briciole di Pollicino: la formazione Uisp

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp