Comitato Regionale

Emilia-Romagna

Le associazioni sportive reggiane nella gara solidale pro Emilia

Raccolto con grande entusiasmo il progetto della Uisp Reggio Emilia per la mobilitazione a favore delle popolazioni colpite dal sisma

di Federica Imbrogli


REGGIO EMILIA - Il comitato reggiano della Uisp ha condiviso, sul proprio sito, un documento in cui sono presenti le competizioni o le manifestazioni che diventano occasione di raccolta fondi. Questo file, disponibile nella pagina di "Sos Emilia", viene costantemente aggiornato sulla base delle richieste pervenute dai comuni, dai comitati territoriali e dalle risposte di società o gruppi sportivi. È questo il caso delle gare podistiche della polisportiva Biasola, della podistica Bismantova e della polisportiva atletica Scandiano, ma anche del Trofeo della Resistenza, dei campionati regionali di ciclismo su strada e del trofeo Italia Unicef Autocross Latina, tutte realtà sportive affiliate alla Uisp Reggio Emilia. Aderiscono allo stesso modo anche il Let's Dance, Gravity Game attraverso il circuito di mini enduro, la New Bike con la notturna in mtb a Ca' del Vento e la lega calcio Uisp, che ha deciso di destinare il valore di coppe e medaglie dei campionati amatoriali 2011/2012 ai progetti attivi sui comuni di Reggiolo, Rolo e Luzzara. Anche la squadra di football Hogs Reggio Emilia si è messa a disposizione per spostare 20mila forme di parmigiano reggiano.  

Alla gara della solidarietà non partecipano solo associazioni sportive. Anche il gruppo Pace ha offerto il proprio contributo, così come le piscine di Scandiano e Montecavolo, che si sono messe a disposizione per ospitare i ragazzi provenienti dai territori colpiti. Ad oggi attraverso il comitato è stato possibile recuperare 150 lettini, 10 tende da 6 posti, 40 brandine, 40 k-way, 60 impermeabili, 4 fasciatoi, una lavatrice e del materiale didattico per i bambini. La Uisp di Reggio Emilia si sta organizzando per gestire interventi di animazione sportiva ed educativa nei campi gestiti dalla protezione civile di Rolo e Reggiolo.

Domenica scorsa si è svolto un incontro tra il presidente Rozzi e le autorità locali nel campo di Reggiolo per organizzare le attività. Gli interventi, coordinati dal comitato di Reggio Emilia, saranno gestiti attraverso personale volontario qualificato. Il 14 giugno alle 20,30 presso la sede Uisp di via Tamburini 5 si è svolto, a questo scopo, un corso di formazione per tecnici e operatori volontari organizzato in collaborazione con l'associazione sportiva "Gli Gnomi" e tenuto da Morena Bizzarri, dottoressa in scienze della formazione, promozione e sviluppo delle risorse umane e scienze delle pubbliche amministrazioni. Assieme a lei anche Ezio Rosselli, tecnico di pedagogia forestale, ludologo, esperto in animazione d'emergenza e coordinatore del nucleo socio/pedagogico della Vigilanza antincendi boschivi (Vab) di Ferrara. Nell'incontro sono state fornite indicazioni sulle esigenze dei bimbi e degli anziani in contesti di emergenza, proposte di laboratori e suggerimenti su come operare nei campi.

FuoriArea.Net

Differenze in Gioco

Progetto Cuore

Progetto Assieme

Questionario soci Uisp

Questionario soci Uisp