Comitato Territoriale

Reggio Emilia

L'appello del Presidente Azio Minardi: RESPONSABILITA' MA PIU' SPORT PER TUTTI

E' ancora il nostro mondo quello chiamato a pagare duramente gli effetti della situazione sanitaria.

RESPONSABILITA' MA PIU' SPORT PER TUTTI

Ancora noi, ancora socialità e tempo libero, ancora i presìdi della salute, della prevenzione, dell'attività motoria. E' ancora il nostro mondo quello chiamato a pagare duramente gli effetti della situazione sanitaria che con questi numeri è oggi fuori controllo.

Non inseguiamo polemiche sterili o rivendicazioni estreme; i nostri soci, i volontari, dirigenti e atleti delle società sportive sono da sempre in prima linea quando è il momento di fare sacrifici o di pensare responsabilmente al bene collettivo delle nostre comunità. Serietà, correttezza e solidarietà sono da sempre i punti di riferimento della Uisp.

Nel contempo continuare a svolgere attività motoria e sportiva, rispettando le regole, è fondamentale per mantenere uno stato di salute migliore ed è importante per il nostro benessere psico-fisico, ancor di più in una situazione come questa.

Riprenderemo in tal senso anche le iniziative di ginnastica on line e cercheremo di mantenere un filo diretto con i nostri soci.

Invitiamo le società sportive affiliate a seguire ovviamente le norme e a tenere aperti i contatti e le iniziative associative per quanto possibile.

Così come allo stesso tempo diffidiamo ad ogni livello tutti quegli Enti e associazioni più o meno improvvisate e quelle Federazioni che si stanno adoperando per aggirare norme e limitazioni cui tutti dobbiamo adeguarci: chi gioca alle campagne acquisti con le tessere in una situazione drammatica come questa non ha nulla a che fare con l'etica sportiva e invitiamo in tal senso le autorità di controllo e gli Enti Locali a vigilare e a sanzionare i "furbetti dello sport".

Permane infine un velo di amarezza e di rammarico perchè ancora una volta lo sport non è stato valorizzato e impegnato sul fronte di questa che è un'autentica guerra: l'attività motoria in genere e per tutte le età è senza dubbio una delle terapie di successo per uscire da un circuito di depressione, di apatia e di rinunce in cui tutti ci dibattiamo.

Siccome il virus ci accompagnerà ancora per diversi mesi mettiamo in condizione tutti gli impianti sportivi - e già lo erano con l'applicazione severa di rigidi protocolli - di diventare un presidio permanente di socialità, di positività, di salute.

Non è solo l'appello di un mondo che rischia di essere travolto a livello economico e finanziario, ma è un richiamo a valorizzare un tassello fondamentale della nostra qualità della vita.

 

IL PRESIDENTE UISP RE

Azio Minardi

 

PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI

CAMMINIAMO INSIEME

ANIMAZIONE CULTURALE

UN ANNO IN CORSA

 

TUTTO IL PROGRAMMA 2020

NEWSLETTER