Comitato Territoriale

Torino

Servizio Civile in Uisp Torino | Video

Servizio civile con Uisp Torino

 

https://www.arciserviziocivile.it/piemonte/progetti/palla-al-centro-sport-per-avvicinare-le-periferie/


Per chi fosse interssat*, tra gli associati delle vostre società, in Uisp Torino è possibile svolgere il servizio civile per un anno. Una grande opportunità per chi vuole arricchire le proprie competenze,il proprio cv, le opportunità future di lavoro e per la retribuzione prevista per il servizio civile.

Possono presentare domanda solo se i candidati volontari hanno tra i 18 e i 28 anni (28 anni e 364 giorni)
I progetti hanno una durata tra 8 e 12 mesi, con un orario di servizio pari a 25 ore settimanali oppure con un monte ore annuo di 1.145 ore per i progetti di 12 mesi
Ai volontari spetta un compenso di € 14,65 netti giornalieri, per un totale € 439,50 netti mensili.
Il pagamento avviene in modo forfettario per complessivi trenta giorni al mese per la durata prevista del progetto, a partire dalla data di inizio.

C’è tempo fino a lunedì 15 febbraio per presentare domanda.
ATTENZIONE: anche quest’anno le domande potranno essere presentate solamente ONLINE su questa piattaforma https://domandaonline.serviziocivile.it ed è necessario avere lo SPID!
Per richiedere e ottenere le credenziali SPID i volontari devono esser maggiorenni ed è necessario:

un indirizzo e-mail.

il numero di telefono del cellulare usato normalmente.

un documento di identità valido (uno tra: carta di identità, passaporto, patente)

la propria tessera sanitaria con il codice fiscale.

Come si ottiene SPID

L’identità SPID è rilasciata dai Gestori di Identità Digitale (Identity Provider), soggetti privati accreditati da AgID che, nel rispetto delle regole emesse dall’Agenzia, forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti. Può essere richiesta l’identità SPID al gestore che si preferisce e che più si adatta alle esigenze personali. Il gestore, dopo aver verificato i dati, emette l’identità digitale, rilasciando le credenziali.
Il gestore chiederà, oltre ad un documento di identità valido, anche la tessera sanitaria o, qualora non se ne avesse diritto, il tesserino del codice fiscale. Tali tesserini non servono per conoscere il codice fiscale (può essere calcolato, è presente nella carta d'identità elettronica), ma costituiscono uno degli elementi per contrastare il furto di identità. Il gestore, infatti, controllerà se quello specifico tesserino corrisponde effettivamente a quella specifica persona.
Può sembrare un'inutile complicazione, ma non è così, aiuta a proteggerci da furti di identità.
Ovviamente chi è interessato e presenta la domanda ce ne deve dare tempestiva comunicazione!

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE

Tesseramento Anno Sportivo 2020 - 2021

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Collabora con Noi

 
 
 

ASSICURAZIONI E DENUNCE SINISTRI

Sinistri

 
UISP PRESS

Uisp press