Comitato Territoriale

Torino

Mostra “Contro le regole”

La mostra dal titolo “Contro le regole”, originariamente in lingua tedesca ed ideata da Klaus Sator insieme alla Schwule Geschichte Centrum Köln (Centro di Storia Gay di Colonia) è stata aggiornata nel 2010, tradotta in inglese dalla European Gay and Lesbian Sport Federation.


(EGLSF) e successivamante tradotta in Italiano dall’Uisp – Unione Italiana sport per tutti,
nell’ambito del progetto europeo Football for Equality. Si compone di 36 pannelli e non pretende di essere del tutto esaustiva riguardo al tema, ma mira principalmente a contribuire alla rimozione dei tabù che ancora circondano la tematica “omosessualità e sport” e a richiamare l'attenzione sulle varie forme di discriminazione contro le minoranze sessuali nel mondo sportivo. La questione della partecipazione di gay e lesbiche nello sport è ancora un tabù, molto spesso discusso solo a porte chiuse e raramente affrontato “a viso aperto”.

Difficilmente è riscontrabile un’attività in cui la partecipazione degli omosessuali appaia “anormale” “come nel caso dello sport!” Anche se nella società l’atteggiamento nei confronti della sessualità è cambiato, rimane ancora salda l’idea che sport e l’omosessualità “non si mescolano”. Le lesbiche ed i gay sono ancora largamente ignorati o respinti dal mondo sportivo. Ma la situazione sta lentamente cambiando: pian piano la pratica sportiva sta diventando qualcosa diverso: più libera e alla portata di tutti. Grazie anche all’emancipazione delle donne e
all’emergere del movimento LGBT che inizia ad avere un impatto diretto sullo mondo dello
sport in generale. La mostra “Contro le Regole – lesbiche e gay nello sport” mira a rimuovere i tabù sul tema
dell’omosessualità e richiama l’attenzione sulle diverse forme di discriminazione nei confronti
delle minoranze sessuali, per dimostrare che lo sport offre a lesbiche e gay la possibilità di
vivere la propria vita con piena autostima.

 

 

 NOTIZIE DA UISP NAZIONALE
Agenda della Disabilità

 

Fondazione CRT e CPD - Consulta per le Persone in Difficoltà - hanno unito le forze per costruire un modello di #inclusione per il futuro realmente partecipato. Con la stesura dell’Agenda si è voluto rispondere così ad una domanda strategica: cosa possiamo fare per raccogliere le sfide del territorio e raggiungere assieme obiettivi che migliorino le nostre comunità, la qualità della vita delle persone e delle famiglie, la gamma delle opportunità percorribili? Per trasformarla in azioni concrete, per segnare quei Goal, è fondamentale il gradimento, l’adesione, il supporto di tutti, proprio perché l’Agenda è uno strumento non di alcuni, ma della nostra comunità. 

L’Agenda individua 6 Goal e 2 ambiti trasversali, ambiti ideali in cui ricondurre idealmente le criticità, gli obiettivi e le azioni possibili.

Nel 2022 è tempo di realizzare i progetti e le azioni che nell’Agenda sono state raccolte in modo partecipato e condiviso. Un’opportunità aperta a tutti, un percorso comune per migliorare le nostre comunità in modo inclusivo innovativo e sostenibile.

Uisp Torino ha aderito all' Agenda 
Aderire all’Agenda significa innanzitutto esprimere il proprio impegno civile a favore della comunità in cui si vive, si lavora, si partecipa, per tentare, mettendoci del proprio, di migliorarla per sé e per gli altri.

Satispay

Convenzioni 2022 - 2023

ASSICURAZIONI E DENUNCE SINISTRI

Sinistri

Pacchetto Neve
 
 
 
UISP PRESS

Uisp press