Comitato Territoriale

Torino

UISP PIEMONTE | Torneo Promozionale Rolling Dreams UISP "Memorial Luciana Borello"

Borello"

 

TORNEO PROMOZIONALE ROLLING DREAMS UISP
MEMORIAL Luciana Borello

1° Tappa del 24/25 Febbraio - 2° Tappa del 06/07 aprile - 3° Tappa del 25/26 maggio

Il Torneo Promozionale Rolling Dreams UISP - Memorial Luciana Borello promosso dal Comitato Regionale UISP Piemonte è una gara itinerante di Pattinaggio Artistico per Singoli e Gruppi a carattere promozionale con l’intento di accompagnare gli atleti secondo un corretto percorso di crescita tecnica nella disciplina del Pattinaggio Artistico a rotelle e promuovere l’aggregazione con attività sportive di gruppo secondo lo spirito sportivo della UISP.

Art.01 - Partecipazione

Sono ammesse a partecipare società affiliate UISP e FISR con atleti in possesso di tessera UISP e/o FISR in corso di validità. Il Delegato Territoriale e/o il Comitato Regionale dovranno verificare che tutti gli atleti siano in regola con il tesseramento, prima dell’inizio della gara.

Ogni società potrà iscrivere massimo 15 atleti titolari + 10 atleti di riserva (la conferma del numero di atleti iscrivibili avverra a chiusura delle prescrizioni secondo le tempistiche previste per ogni tappa), qualora residuassero dei posti liberi gli stessi verranno divisi tra tutte le società che hanno iscritto le riserve ma SOLO GLI ATLETI TITOLARI concorreranno all'assegnazione del punteggio per la classifica di società.

Per la gara dei gruppi ogni società potrà iscrivere un numero libero di gruppi.

Gli atleti devono essere in regola con la visita medica. Per i Certificati Medici vale il “Regolamento Tecnico Nazionale Pattinaggio” UISP dell’anno sportivo corrente.

Per i minori di 8 (otto) anni viene richiesto il certificato d'idoneità all'attività Sportiva Non Agonistica.

1 Per le categorie ROLLING BABY sono ammessi atleti che :

 abbiano svolto, nell’Anno Sportivo precedente, o svolgano, nell’Anno Sportivo corrente, attività UISP , FISR e/o ALTRI ENTI DI PROMOZIONE solo a livello Provinciale e Regionale in categorie il cui Regolamento preveda l’esecuzione di pacchetti di difficoltà che propongano esclusivamente un livello tecnico inferiore o pari al presente regolamento

 nell’Attività Federale, nell’Anno Sportivo corrente e precedenti , gareggiano o abbiano gareggiato esclusivamente nella specialità Obbligatori NON sono ammesse retrocessioni di categoria.

Il Podio (1°-2°-3° classificato) di ciascuna categoria prevista dal presente regolamento NON potrà più gareggiare nella medesima categoria nell'anno sucessivo, ma DOVRÀ prendere parte alla competizione in una delle categorie successive previste dal presente regolamento

2 Per le categorie ROLLING EVOLUTION sono ammessi atleti che :

 abbiano svolto, nell’Anno Sportivo precedente, o svolgano, nell’Anno Sportivo corrente, attività UISP , FISR e/o ALTRI ENTI DI PROMOZIONE a livello Provinciale, Regionale e Nazionale in categorie il cui Regolamento preveda l’esecuzione di pacchetti di difficoltà che propongano esclusivamente un livello tecnico inferiore o pari al presente regolamento e pertanto potranno gareggiare solo se iscritti nella categoria ROLLING EVOLUTION pari o superiore.

 nell’Attività di Campionato Federale, nell’Anno Sportivo corrente e precedenti , gareggiano o abbiano gareggiato esclusivamente nella specialità Obbligatori NON sono ammesse retrocessioni di categoria.

Il Podio (1°-2°-3° classificato) di ciascuna categoria prevista dal presente regolamento NON potrà più gareggiare nella medesima categoria nell'anno sucessivo, ma DOVRÀ prendere parte alla competizione in una delle categorie successive previste dal presente regolamento

3 Per le categorie ROLLING GROUP sono ammessi atleti che :

 NON abbiano svolto, nell’Anno Sportivo precedente, o NON svolgano, nell’Anno Sportivo corrente, attività UISP , FISR e/o ALTRI ENTI DI PROMOZIONE a livello Provinciale, Regionale e Nazionale in Gare di Gruppi Spettacolo.

Art.02 – Categorie

 Gli atleti delle gare di singolo saranno suddivisi nelle categorie ROLLING BABY E ROLLING EVOLUTION a loro volta suddivise per fasce di età come sotto riportato, maschi e femmine gareggeranno insieme.

ROLLING BABY ROLLING EVOLUTION

A – nati dal 2019 al 2017

B – nati dal 2016 al 2014

C – nati dal 2013 al 2011

D – nati dal 2010 e precedenti

A – nati dal 2016 al 2014

B – nati dal 2013 al 2011

C – nati dal 2010 al 2019

D – nati dal 2008 e precedenti

Nel caso di categorie con un numero minore di tre, la categoria sarà unita con l’anno di nascita successivo o precedente.

 Gli atleti delle gare di gruppo saranno suddivisi nelle categorie ROLLING ONE , ROLLING TWO e ROLLING THREE , ogni categoria sarà ulteriormente suddivisa in A, B, C in base all'età dell'atleta più vecchio tra i componenti del gruppo.

E’ consentita la partecipazione di gruppi formati da coalizioni di società.

Art.03 – Regolamento Tecnico

Il Torneo prevede lo svolgimento del solo esercizio Libero nelle prime due tappe , nella terza tappa verrà inserito in programma anche una gara di Gruppi promozionali. Le difficoltà aggiunte non saranno valutate, ad esclusione di figure di base del pattinaggio quali, lune, anfore ecc. che comunque verranno valutate in maniera accessoria rispetto agli elementi obbligatori.

I salti, le trottole e gli esercizi richiesti potranno essere presentati anche con figurazioni. Il conteggio delle rotazioni per le trottole inizia quando l’atleta assume la posizione prescritta.

 DURATA DEI PROGRAMMI DI GARA

CATEGORIE GARE DI SINGOLO DURATA

ROLLING BABY DA 1:30 min. A 2:00 min (+/- 10 sec.)

ROLLING EVOLUTION DA 2:00 min. A 2:30 min. (+/- 10 sec.)

CATEGORIE GARE DI GRUPPO DURATA

ROLLING GROUP ONE DA 3:00 min. A 4:00 min. (+/- 10 sec.)

ROLLING GROUP TWO DA 3:00 min. A 4:00 min. (+/- 10 sec.)

ROLLING GROUP THREE DA 3:00 min. A 4:00 min. (+/- 10 sec.)

 CATEGORIE ROLLING BABY

START 1

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Salto in alto a piedi uniti (max 4 salti)

 Limoni (passo-catena) in avanti

 Bilanciato in avanti in posizione verticale con gamba libera flessa avanti (Candela)

 Piegamento in avanti su due piedi (Carrellino - Seggiolino su 2 piedi)

 Trottola verticale a piedi pari (max 2 trottole)

 Frenata in avanti

 Tutto il percorso dovrà essere pattinato esclusivamente in avanti

START 2

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Salto in alto a piedi uniti (max 4 salti)

 Limoni (passo-catena) in avanti

 Bilanciato in avanti in posizione verticale con gamba libera flessa avanti (Candela)

 Angelo avanti

 Piegamento in avanti su un piede con gamba libera avanti o dietro (Carrellino - Seggiolino - Indianino)

 Bilanciato in avanti su filo interno con gamba libera tesa ed incrociata dietro (Cigno)

 Affondo avanti eseguito in curva

 Trottola verticale a piedi pari (max 2 trottole)

 Tutto il percorso dovrà essere pattinato esclusivamente in avanti

START 3

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Salto a piedi uniti verso l’alto e/o da mezzo giro (max 8 salti in tutto il programma)

 Un cerchio pattinato con passo incrociato in avanti

 Limoni (passo-catena) in avanti

 Bilanciato in avanti o indietro in posizione verticale con gamba libera flessa avanti (Candela)

 Angelo avanti e/o indietro

 Piegamento in avanti su un piede con gamba libera avanti o dietro (Carrellino - Seggiolino - Indianino)

 Bilanciato in avanti o indietro su filo interno con gamba libera tesa ed incrociata dietro (Cigno)

 Affondo avanti in curva avanti e/o indietro

 Bilanciato in avanti con presa del piede laterale (Bandiera)

 Trottola verticale a piedi pari (max 2 trottole)

 Non sono ammesse sequenze di passi di piede

 Tutto il percorso può essere eseguito sia avanti che indietro (Mohawk consentito per l'inversione del senso di marcia)

START 4

 Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Salti a piedi uniti da mezzo giro (max 1 sequenza di max 3 salti con arrivo ad uno o due piedi)

 Salto semplice (max 2 sequenze di max 3 salti + 3 salti singoli)

 Sono consentite tutte le figure di base (Papera, Luna, Anfora, Candela, Seggiolino, Bandiera, Indianino, Cigno, ecc.)

 Trottola verticale a piedi pari (max 2 Trottole)

 Non sono ammesse sequenze di passi di piede

 Tutto il percorso può essere eseguito sia avanti che indietro (Mohawk consentito per l'inversione del senso di marcia)

CATEGORIE ROLLING EVOLUTION

EVOLUTION 1

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Salto semplice/toeloop/salchow (max 2 combinazioni di 3 salti + 5 salti singoli)

 Trottola verticale a piedi pari e/o trottola verticale interna indietro (max 3)

 Sono consentite tutte le figure

 Devono essere inseriti una serie di angeli ed una sequenza di passi (in cerchio o in diagonale o serpentina)

EVOLUTION 2

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Salto semplice/Toeloop/ Salcow/Flip/Rittberger

 Max 2 combinazioni di 3 salti

 Max 5 salti singoli, Lo stesso salto non può essere ripetuto più di tre volte.

 Flip e Rittberger possono essere eseguiti solo singolarmente

 Trottole su due piedi e/o trottola verticale interna indietro (max 3)

 Sono ammesse solo trottole singole, non è ammessa la preparazione con successione di tre nella trottola Int. Ind.

 Devono essere inseriti una serie di angeli ed una sequenza di passi (in cerchio o in diagonale o serpentina)

EVOLUTION 3

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Tutti i salti da un giro

 Max 2 catene di 3 salti + 5 salti singoli (ogni salto singolo può essere ripetuto max 3 volte)

 Flip , Rittberger , Thoren e Lutz possono essere eseguiti solo singolarmente

 Trottola su due piedi , trottola verticale interna indietro , trottola verticale interna avanti (max 3)

 Sono ammesse solo trottole singole, non è ammessa la preparazione con successione di tre nella trottola Int. Ind.

 Devono essere inseriti una serie di angeli ed una sequenza di passi (in cerchio o in diagonale o serpentina)

EVOLUTION 4

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Tutti i salti da un giro

 Max 2 catene di 3 salti (le catene non possono essere uguali tra loro)

 Max 5 salti singoli . Lo stesso salto non può essere ripetuto più di tre volte

 Trottola interna indietro verticale , trottola interna avanti verticale, trottola esterna indietro verticale (max 3) , sono

ammesse combinazioni di massimo 3 trottole con cambio di piede e/o di filo.

 Non sono ammesse combinazioni di trottole saltate.

 Devono essere inseriti una serie di angeli ed una sequenza di passi (in cerchio o in diagonale o serpentina)

EVOLUTION 5

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Tutti i salti da un giro

 Max 2 catene di 5 salti (le catene non possono essere uguali tra loro)

 Max 5 salti singoli . Lo stesso salto non può essere ripetuto più di tre volte

 Trottola interna indietro verticale , trottola interna avanti verticale, trottola esterna indietro verticale (max 3) sono

ammesse combinazioni di massimo 3 trottole con cambio di piede e/o di filo.

 Non sono ammesse combinazioni di trottole saltate.

 Devono essere inseriti una serie di angeli ed una sequenza di passi (in cerchio o in diagonale o serpentina)

EVOLUTION 5

Possono essere eseguiti i seguenti elementi:

 Tutti i salti da un giro e Axel

 Max 2 catene di 5 salti (le catene non possono essere uguali tra loro)

 Max 5 salti singoli . Lo stesso salto non può essere ripetuto più di tre volte.

 L’Axel si può eseguire esclusivamente singolo

 Trottole verticali anche combinate e/o saltate (Max 2 con max di 3 posizioni)

 Trottola abbassata interna indietro singola

 Devono essere inseriti una serie di angeli ed una sequenza di passi (in cerchio o in diagonale o serpentina)

 CATEGORIE ROLLING GROUP

GROUP ONE

 A atleti nati dal 2015 al 2020

 B atleti nati dal 2009 al 2014

 C atleti nati dal 2008 e precedenti

Società Sportive che presentano un gruppo composto da 4 a 10 atleti che interpreteranno sui pattini (ammesso l’uso anche di

pattini roller), con mimica, scenografia e coreografia, il contenuto del brano musicale scelto.

E’ consentito portare in pista scenografie che saranno posizionate nel tempo di presentazione del brano. Al termine del

brano la pista dovrà essere prontamente liberata per la successiva esibizione.

E’ altresì consentito utilizzare oggetti coreografici quali ventagli, nastri, teli, ecc. in sintonia con il brano prescelto.

GROUP TWO

 A atleti nati dal 2015 al 2020

 B atleti nati dal 2009 al 2014

 C atleti nati dal 2008 e precedenti

Società Sportive che presentano un gruppo composto da 11 a 20 atleti che interpreteranno sui pattini (ammesso l’uso anche

di pattini roller), con mimica, scenografia e coreografia, il contenuto del brano musicale scelto.

E’ consentito portare in pista scenografie che saranno posizionate nel tempo di presentazione del brano. Al termine del

brano la pista dovrà essere prontamente liberata per la successiva esibizione.

E’ altresì consentito utilizzare oggetti coreografici quali ventagli, nastri, teli, ecc. in sintonia con il brano prescelto.

GROUP THREE

● A atleti nati dal 2015 al 2020

● B atleti nati dal 2009 al 2014

● C atleti nati dal 2008 e precedenti

Società Sportive che presentano un gruppo composto da 21 a 30 atleti che interpreteranno sui pattini (ammesso l’uso anche di pattini roller), con mimica, scenografia e coreografia, il contenuto del brano musicale scelto.

E’ consentito portare in pista scenografie che saranno posizionate nel tempo di presentazione del brano. Al termine del brano la pista dovrà essere prontamente liberata per la successiva esibizione.

E’ altresì consentito utilizzare oggetti coreografici quali ventagli, nastri, teli, ecc. in sintonia con il brano prescelto.

Art.04 - Punteggi

 Per le gare di Singolo verranno attribuiti due punteggi: difficoltà e stile.

Difficoltà: verrà valutata la qualità e la correttezza nell'esecuzione degli esercizi tecnici presentati e previsti dal presente regolamento, secondo le linee guida indicate nella Dispensa di Pattinaggio

Artistico, specialità Libero 2024.

Stile: verrà valutata l’interpretazione dei brani musicali attraverso l’inserimento di gesti tecnici ed espressivi corporei attinenti al tema musicale prescelto, oltre alla pulizia della presentazione degli elementi.

Le difficoltà eseguite dopo aver superato il tempo massimo previsto dal presente regolamento, non saranno tenute in considerazione dalle giurie.

 Per le gare di Gruppo verrà attribuito un punteggio unico, sintetizzando così in un voto un giudizio complessivo: stile, tecnica, mimica, interpretazione, costumi ecc….

Il punteggio sarà compreso in un range da 6 a 10, in modo da assegnare solo sufficienze.

Art.05 – Iscrizioni

A cura del Delegato Territoriale o del Comitato Regionale:

1. Modalità e i termini d’iscrizione 2024

 PREISCRIZIONI 1° Tappa del 24/25 Febbraio ENTRO IL 25 GENNAIO 2024

 VERSAMENTO quote d'iscrizione ENTRO IL 07 FEBBRAIO 2024

 PREISCRIZIONI 2° Tappa del 06/07 aprile ENTRO IL 06 MARZO 2024

 VERSAMENTO quote d'iscrizione ENTRO IL 20 MARZO 2024

 PREISCRIZIONI 3° Tappa del 25/26 maggio ENTRO IL 24 APRILE 2024

 VERSAMENTO quote d'iscrizione ENTRO IL 08 MAGGIO 2024

2. Quota d’iscrizione ad atleta per ogni tappa: differenziata tra tesserati UISP e tesserati FISR

 TESSERATI UISP GARA INDIVIDUALE € 8,00 CADAUNO

 NON TESSERATI UISP GARA INDIVIDUALE € 12,00 CADUNO

3. Quota d’iscrizione a gruppo per la 3° tappa: differenziata tra tesserati UISP e tesserati FISR

 GRUPPI ONE CON ALMENO IL 50% DI TESSERATI UISP € 50,00

 GRUPPI TWO CON ALMENO IL 50% DI TESSERATI UISP € 80,00

 GRUPPI ONE CON ALMENO IL 50% DI TESSERATI UISP € 120,00

 GRUPPI ONE CON MENO DEL 50% DI TESSERATI UISP € 70,00

 GRUPPI TWO CON MENO DEL 50% DI TESSERATI UISP € 100,00

 GRUPPI ONE CON MENO DEL 50% DI TESSERATI UISP € 140,00

4. Eventuali ammende in caso di mancata partecipazione dell’atleta

 COME PREVISTO DALLE NORME DI ATTIVITA' UISP 2024

5. Logistica

 1° TAPPA sede da definire

 2° TAPPA sede da definire

 3° TAPPA – PROVINCIA DI TORINO – organizzazione S.C. Torino e SEA

Art.06 – Servizio sanitario

Il servizio sanitario potrà essere effettuato da un medico, da un Infermiere Professionale o da personale paramedico con ambulanza.

Il personale sanitario deve essere presente ad inizio delle prove-pista non ufficiali e deve cessare il servizio al termine delle premiazioni.

Art.07 - Tipologia Impianto

La pista dovrà avere una dimensione di m 18 x 36 o superiore ed omologata per la disciplina specifica.

Art.08 – Composizione della Giuria

 I Giudici che formeranno le giurie per le gare di Singolo saranno scelti dal Delegato Territoriale o dal Comitato Regionale tra componenti dell’ U.D.G, Atleti maggiorenni o Istruttori UISP. La composizione delle giurie sarà così formata da tre giudici, di cui uno Presidente di giuria.

Le Giurie saranno a cura del Delegato Territoriale o del Comitato Regionale.

Le segreterie saranno a cura del Delegato Territoriale o del Comitato Regionale per la designazione di un componente, la società organizzatrice dovrà a disposizione almeno due persone per coadiuvare il Componente di Segreteria titolare.

Le classifiche saranno calcolate con il sistema UISP.

 Per le gare di Gruppo la Giuria sarà composta da 6 bambini e/o ragazzi provenienti da altri Enti o Scuole invitati alla manifestazione affiancati da bambini e/o ragazzi che rappresentano le società partecipanti (max 1 per ogni società).

Le classifiche saranno calcolate con il sistema della somma matematica dei voti di ogni singolo gruppo.

La segreteria saranno a cura della società organizzatrice che dovrà mettere a disposizione due persone.

Art.09- Premiazioni

A cura del Comitato Organizzatore:

 Medaglia al podio, a seguire attestato di partecipazione per le gare di singolo.

In base alla classifica ad ogni atleta verrà assegnato un punteggio che sarà determinato dalla posizione

in classifica/n° di partecipanti (es: con 10 atleti il primo prenderà 10 punti il secondo 9 ecc. ).

Il punteggio verrà attribuito secondo la modalità sopra illustrata sino a metà classifica arrotondata per eccesso, a tutti gli altri atleti a seguire verrà assegnato 1 punto di partecipazione.

 Medaglia al podio, a seguire attestato di partecipazione per le gare di gruppo.

In base alla classifica ad ogni gruppo verrà assegnato un punteggio che sarà determinato dalla posizione

in classifica/n° di partecipanti (es: con 10 gruppi il primo prenderà 10 punti il secondo 9 ecc. ).

Il punteggio verrà attribuito secondo la modalità sopra illustrata sino a metà classifica arrotondata per eccesso, a tutti gli altri gruppi a seguire verrà assegnato 1 punto di partecipazione.

La somma dei punti acquisiti da ogni atleta nelle gare individuali in ogni tappa andrà a determinare la classifica di Società per la specialità Singolo.

La premiazione avverrà nella Terza Tappa con l’assegnazione del “Trofeo Luciana Borello” che verrà custodito dalla Società Prima Classificata e verrà rimesso in palio l’anno successivo.

La somma dei punti acquisiti da ogni gruppo nella gara prevista nella terza tappa andrà a determinare la classifica di Società per la specialità Gruppi.

La premiazione avverrà nella Terza Tappa con l’assegnazione del “Trofeo Luciana Borello” che verrà custodito dalla Società Prima Classificata e verrà rimesso in palio l’anno successivo.

I Trofei da assegnare alle società prime classificate per la specialità Singolo e Gruppi verranno scelti e donati dalla società S.C. Torino tra i tanti vinti da “Luciana con i suoi atleti”.

Art.10 – Norme Finali

Gli atleti devono essere accompagnati in pista da un Istruttore UISP, in regola con il tesseramento per la corrente stagione.

Per quanto non contemplato (costumi, interruzioni, prove pista ecc.) valgono le Norme Attività Nazionali UISP in vigore.

 

Agenda della Disabilità

 

Fondazione CRT e CPD - Consulta per le Persone in Difficoltà - hanno unito le forze per costruire un modello di #inclusione per il futuro realmente partecipato. Con la stesura dell’Agenda si è voluto rispondere così ad una domanda strategica: cosa possiamo fare per raccogliere le sfide del territorio e raggiungere assieme obiettivi che migliorino le nostre comunità, la qualità della vita delle persone e delle famiglie, la gamma delle opportunità percorribili? Per trasformarla in azioni concrete, per segnare quei Goal, è fondamentale il gradimento, l’adesione, il supporto di tutti, proprio perché l’Agenda è uno strumento non di alcuni, ma della nostra comunità. 

L’Agenda individua 6 Goal e 2 ambiti trasversali, ambiti ideali in cui ricondurre idealmente le criticità, gli obiettivi e le azioni possibili.

Nel 2022 è tempo di realizzare i progetti e le azioni che nell’Agenda sono state raccolte in modo partecipato e condiviso. Un’opportunità aperta a tutti, un percorso comune per migliorare le nostre comunità in modo inclusivo innovativo e sostenibile.

Uisp Torino ha aderito all' Agenda 
Aderire all’Agenda significa innanzitutto esprimere il proprio impegno civile a favore della comunità in cui si vive, si lavora, si partecipa, per tentare, mettendoci del proprio, di migliorarla per sé e per gli altri.

Satispay

ASSICURAZIONI E DENUNCE SINISTRI

Sinistri

Pacchetto Neve
 
 
 
UISP PRESS

Uisp press