Progetti

LGBTQI: l'Uisp contro l'omofobia

Il 17 maggio del 1990 l'Organizzazione mondiale della sanità rimuoveva l'omosessualità dalla lista delle patologie mentali nella classificazione internazionale delle malattie.
La Uisp è impegnata da tempo su questi temi contro ogni forma di discriminazione, contro l’omofobia e transfobia ancora fortemente presenti nello sport e nella nostra società. Lo ha fatto in occasione delle Olimpiadi invernali di Sochi e in altri momenti con campagne, iniziative e progetti.

Occorre un forte impegno nel mondo sportivo per cambiare una cultura troppo discriminatoria e sessista, e per contrastare ogni forma di discriminazione e di violenza nei confronti delle persone LGBTQ.
Come Uisp sappiamo quanto ancora sia necessario fare per superare certi stereotipi nella nostra società, e in particolare nel mondo sportivo. Valorizziamo gli atleti e le atlete per quello che sono, che rappresentano: sport, movimento, benessere, risultato, socializzazione, confronto, arte. L’Uisp c’è ed è impegnata a giocare la partita contro gli stereotipi e le discriminazioni”.

CONTATTI

Ufficio progetti - Sede Uisp Nazionale
L.go Nino Franchellucci, 73 00155 Roma
Tel.: +39.06.43984350 - 345 - 346
Fax: 06.43984320
e-mail: progetti@uisp.it