Progetti

DIRITTI IN CAMPO

Sportpertutti per una società interculturale

 

 

Durata: 12 mesi: Settembre 2011 - Settembre 2012 

Territorio d'intervento: Il progetto ha valenza nazionale e si svolge in 8 città italiane: Bologna, Firenze, Genova, Napoli, Milano, Palermo, Roma, Torino

Promotore / Coordinaotre: Uisp

Partners: Comnitati Territoriali Uisp delle città coinvolte

 

Ente finanziatore: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito della legge 383/2000 di promozione sociale. Lettera F/2010.

 

SINTESI:

Il progetto ha inteso promuovere azioni per favorire l’inclusione di cittadini migranti di 1° e 2° generazione attraverso lo sport  e l’interculturalità, promuovendo l'abbattimento delle barriere linguistiche e culturali che limitano il loro accesso alle attività e alla gestione di società sportive e si è svolto in 8 città dove il fenomeno dell’immigrazione è fortemente presente. L'idea progettuale nasce dalla scelta dell'Uisp di sviluppare politiche e azioni in favore dei cittadini migranti e ha preso spunto, valorizzandole, dalle iniziative che da anni l'Associazione organizza a questo scopo (Arcobaleni in campo, Le piscine delle ragazze, Vivicittà, Mondiali Antirazzisti), sistematizzandole e riconducendole ad una metodologia condivisa, declinabile in ogni territorio nel quale si intende applicarla.

Al crescere del numero di utenti sportivi stranieri, emerge infatti l’esigenza di uno sport interculturale, che tenga conto delle differenze di usanze, lingua, religione e convinzioni. Diventa importante rivalutare l’impiantistica sportiva (spogliatoi, docce), le proposte (orari diversificati per uomini e donne) e l’approccio stesso alla pratica (es. l’allenamento durante il ramadan). Altra barriera è spesso la questione economica: palestre e corsi con costi inaccessibili che impediscono la pratica stessa, rendendo indispensabili manifestazioni sportive accessibili ai migranti o gratuite, anche per il loro aspetto socializzante e aggregativo.

 

OBIETTIVI:

  • Consolidare le esperienze di inclusione sociale dei cittadini migranti di 1° e 2° generazione attraverso lo sportpertutti sperimentate da Uisp o altri partners;
  • Costruire una rete tra 8 città “laboratorio”,
  • Identificare un modello e una metodologia di inclusione sociale dei cittadini migranti attraverso lo sportpertutti;
  • Inclusione sociale dei cittadini migranti di 1° e 2° generazione nello sport e attraverso lo sport;
  • Formazione per favorire la costituzione e conduzione di società sportive miste e di soli migranti;
  • Abbattimento barriere che ostacolano l’accesso dei migranti alle società e alle attività sportive;
  • Coinvolgimento del territorio (associazioni sportive e di migranti, Enti Locali preposti) secondo un approccio partecipativo;
  • Sensibilizzare il pubblico sul tema della lotta alla povertà e all’esclusione sociale. Le metodologie di intervento previste:

 

AZIONI PROGETTUALI:

Tutte le azioni realizzate hanno visto la partecipazione attiva di cittadini migranti di 1° e 2° generazione. Nelle 8 città coinvolte si sono sviluppati tornei e campionati di calcio e cricket volti a diffondere i processi di inclusione, promuovendo la costituzione e conduzione di società miste e di soli migranti e la formazione di dirigenti e arbitri con competenze multiculturali.
La valutazione dell'impatto del progetto, in itinere e finale, è stata condotta attraverso interviste, focus group e osservazione partecipante e i risultati sono stati presentati e condivisi in occasione dell'evento conclusivo nazionale che si è tenuto durante l'edizione del 2012 dei Mondiali antirazzisti.

 

Per informazioni e approfondimenti:
http://legge383.uisp.it/progetti/dirittincampo/index.php?sezione=18

 

 

CONTATTI

Ufficio progetti - Sede Uisp Nazionale
L.go Nino Franchellucci, 73 00155 Roma
Tel.: +39.06.43984350 - 345 - 346
Fax: 06.43984320
e-mail: progetti@uisp.it