Progetti

OPEN SPACE: Giovani attori di trasformazione sociale

Ambito territoriale d'intervento

Il progetto ha valenza Nazionale. Le iniziative previste si svolgeranno in 11 Regioni coinvolgendo altrettante città:

1.BASILICATA: Matera     
2.CALABRIA: Crotone
3.CAMPANIA: Avellino - Comitato Territoriale Uisp - Via Morelli e Silvati snc
4.EMILIA ROMAGNA: Parma - Comitato Territoriale Uisp – Via Testi, 2
5.LAZIO: Monterotondo (RM) - Comitato Territoriale Uisp – P.zza Togliatti, 3
6 PIEMONTE: Ciriè-Settimo-Chivasso (TO) - Comitato Territoriale Uisp – Via Matteotti, 16
7.PUGLIA: Manfredonia (FG) - Comitato Territoriale Uisp – Via Toti, 14
8.SICILIA: Palermo - Comitato Territoriale Uisp – Via Roma, 94
9.TOSCANA: Empoli (FI) - Comitato Territoriale Uisp – Via XI Febbraio, 28/a
10.UMBRIA: Orvieto (TR) - Comitato Territoriale Uisp – Via Sette Martirti, 42
11.VENETO: Verona - Comitato Territoriale Uisp – Via Villa, 25

Durata: 18 mesi
Ente proponente
: UISP – Unione Italiana Sport Per tutti
Finanziamento: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito della legge 383/2000 – F/2016

SINTESI:
Il progetto OPEN SPACE, rivolto ai giovani tra i 16 e i 24 anni che si trovano in condizione di disagio sociale, in particolare NEET (non occupati e non in istruzione) e giovani a rischio devianza prevede la costituzione di Crew (equipaggi) di Street Sport nelle periferie di 11 città italiane, indirizzate (attraverso la co-progettazione di attività sportive e di ripensamento degli spazi urbani ad uso sportivo e sociale) all’utilizzo e valorizzazione dello spazio pubblico con finalità di riattivazione sociale e contrasto all’emarginazione giovanile.
Nelle periferie delle grandi città  il degrado delle strutture e la carenza di spazi di aggregazione positiva contribuiscono, infatti, a generare emarginazione e inattività sociale tra i giovani. Da qui nasce l’idea di proporre ai giovani modalità stimolanti e motivanti di valorizzazione del proprio spazio vitale rendendoli protagonisti di questo cambiamento e del proprio progetto di futuro.
In particolare lo Sport di Strada (parkour, sport della glisse, street basket, street soccer, ecc.) si rivela uno strumento di lavoro utile con il target di riferimento e per le finalità di valorizzazione degli spazi pubblici, che diventano così una palestra sociale a cielo aperto, un Open Space di socializzazione sportiva.
I partecipanti, costituiti in Crew, una sorta di “equipaggi sociali” per la valorizzazione degli spazi comuni, daranno vita a laboratori di co-progettazione sociale. I ragazzi stessi, quindi, riprogetteranno l’utilizzo e l’infrastruttura del loro territorio diventando così attori di trasformazione sociale.

OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI:

  • Testare un modello di intervento volto a contrastare l’emarginazione e l’inoperosità sociale giovanile e al contempo favorire la valorizzazione del bene comune/spazio pubblico “strada”
  • Favorire la riattivazione sociale e il reinserimento sociale e lavorativo di giovani in condizioni di disagio sociale, in particolare NEET e giovani a rischio devianza;
  • Favorire la fruizione attiva da parte delle comunità locali oggetto di intervento dello spazio pubblico/bene comune “strada”;
  • Rielaborare gli spazi urbani periferici anche come spazi di aggregazione giovanile a carattere sportivo;
  • Ampliare l’offerta del territorio di spazi aggregativi e di socializzazione sportiva e avvicinare ad esse i giovani;
  • Promuovere forme di cittadinanza attiva e responsabile tra i giovani;
  • Promuovere spazi di collaborazione fattiva tra i diversi soggetti che sul territorio sono impegnati nel mondo della tutela/reinserimento sociale e lavorativo giovanile e della valorizzazione dei beni comuni;
  • Informare e sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche e sulle opportunità oggetto dell'intervento.
  • Trasferimento di competenze nei giovani partecipanti come formatori e guida di Crew e attività di Street Sport nel territorio di riferimento;
  • Empowerment dei partecipanti: crescita di quelle caratteristiche  personali (comportamentali, emotive, relazionali) indispensabili per la valorizzazione di sé, l’autostima, l’autorealizzazione e l’assunzione di un ruolo di cittadini attivi e responsabili;

AZIONI E METODOLOGIA:        
Si prevede la costituzione di 11 Crew di Street Sport, equipaggi di co-progettazione per la trasformazione sociale e riqualificazione socio-urbana dello spazio pubblico e il contrasto a emarginazione e inoperosità sociale giovanile (16-24anni) nelle periferie di 11 città italiane. Le metodologie applicate prevedono il coinvolgimento diretto dei giovani in una dimensione di confronto con la comunità nella progettazione del ripensamento ad uso sportivo dello spazio pubblico, secondo un modello di autoformazione condivisa dal e nel gruppo (peer education) metodologicamente valida ai fini di un miglioramento delle capacità creative e di un agire efficace e positivo.
Grazie all’azione di co-progettazione delle Crew, spazi urbani degradati verranno trasformati, ripensati ad uso sportivo e sociale e restituiti alla cittadinanza.
I partecipanti promuoveranno i luoghi e le attività di Street Sport ivi praticate attraverso canali di comunicazione a loro vicini, come i social media, con effetto moltiplicatore del coinvolgimento del target e di ulteriore valorizzazione degli spazi pubblici, stimolando negli enti e associazioni locali la riproduzione del modello su nuovi territori.
Questa azione sarà facilitata in ogni città da un coordinatore locale e dalle competenze fornite da operatori UISP ed esperti. Un soggetto esterno sarà incaricato di una costante attività di valutazione dell’efficacia del modello sul target

 

CONTATTI

Ufficio progetti - Sede Uisp Nazionale
L.go Nino Franchellucci, 73 00155 Roma
Tel.: +39.06.43984350 - 345 - 346
Fax: 06.43984320
e-mail: progetti@uisp.it

AVVISO SELEZIONE PERSONALE